Bentonite per la pelle: proprietà e usi

Utilizzata prevalentemente in ambito fitoterapico, la bentonite è un’argilla naturale derivata dalla decomposizione della cenere vulcanica, dotata di numerose proprietà benefiche per l’organismo. Molto versatile, si caratterizza per notevoli qualità depurative sprigionate soprattutto quando questo materiale entra in contatto con una sostanza liquida come l’acqua, potenziando il suo potere disintossicante.

La bentonite idratata, infatti, è in grado di generare una carica elettrica che facilita l’assorbimento di tossine e agenti inquinanti rilasciando, nel contempo, minerali positivi per il corpo.

In ambito fitoterapico ed estetico si usa principalmente la bentonite di calcio, reperibile solitamente sotto forma di polvere, capsule o gel. Utilizzata per la preparazione di medicinali dermatologici, si rivela particolarmente efficace per lenire varie tipologie di irritazioni da contatto.

=> Scopri la depurazione con l’argilla verde ventilata


Se ingerita, invece, può aiutare a reintegrare sali minerali preziosi come il potassio e il magnesio, il sodio e il ferro, ma offre un importante contributo anche per risolvere problemi gastrointestinali legati al reflusso gastroesofageo o alla gastrite. In tutti questi casi, tuttavia, prima di assumere questa sostanza è fondamentale parlarne con il medico.

Proprietà

Acne

Pressmaster via Shutterstock

Per quanto riguarda gli effetti benefici della bentonite per la pelle, a essere sfruttate sono soprattutto le proprietà purificanti e depurative di questa sostanza argillosa, in grado anche di disintossicare e contrastare i danni causati dai radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e dei danni visibili sulla pelle.

La bentonite si rivela preziosa per migliorare la circolazione, rassodare, levigare, facilitare l’eliminazione dei punti neri, curare l’acne e schiarire le macchie, determinate da una scorretta esposizione al sole o dal tempo che passa.

=> Scopri le maschere all’argilla per curare l’acne

Può aiutare anche a lenire piccoli disturbi di natura dermatologica, come eruzioni ed eczemi, mentre diventa una componente importante dei fanghi anticellulite, grazie alla sua capacità di assorbire le tossine e rassodare la pelle. Usata insieme ai sali da bagno contenenti magnesio, può rappresentare un rimedio efficace per defaticare i muscoli e favorire il rilassamento.

Usi cosmetici

Pulizia del viso

CandyBox via Shutterstock

La bentonite in polvere, unita alla semplice acqua, può essere usata in numerose modalità con l’obiettivo di realizzare una maschera purificante, un impacco esfoliante o un preparato da usare per potenziare l’igiene orale. Ecco alcuni utilizzi specifici:

  • maschera per il viso: creare una pasta cremosa miscelando bentonite in polvere e acqua, da applicare successivamente sul viso lasciandola in posa per un quarto d’ora prima di sciacquare accuratamente;
  • trattamento anti acne: prelevare una piccola quantità di polvere da massaggiare sul viso dopo aver mescolato il composto con un po’ d’acqua per purificare i pori, sciacquando immediatamente;
  • bagno addolcente: sciogliere nell’acqua della vasca da bagno una porzione di bentonite in polvere e una di sali a scelta;
  • collutorio purificante: realizzare una miscela a base di acqua e polvere di bentonite da usare, saltuariamente, per effettuare risciacqui orali e purificare le gengive;
  • massaggio drenante: aggiungendo alla polvere di questa argilla alcune gocce di olio essenziale, come il tea tre oil, è possibile creare un composto che massaggiato sulla pelle delle gambe favorisce la riattivazione della circolazione e il drenaggio delle tossine.

8 dicembre 2017
Lascia un commento