Sono decisamente positive le prime cifre relative al Bee – Green Mobility Sharing, ovvero il servizio di car sharing elettrico attivato lo scorso 12 aprile a Napoli dopo diversi mesi di sperimentazione.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra Renault, che ha messo a disposizione una flotta composta da 40 Renault Twizy, e l’azienda NHP (NeaHelioPolis) attiva nel settore delle soluzioni per l’efficienza energetica e per la sostenibilità ambientale. Al momento, a distanza di poco più di un mese e mezzo, Bee ha convinto 180 utenti egualmente divisi tra donne e uomini, per una percorrenza media di sei chilometri in circa venti minuti.

A disposizione del pubblico di Napoli, sia esso composto da cittadini residenti o da turisti, ci sono al momento 27 Bee Point, ma in programma c’è un ampliamento a 70 punti entro gennaio 2014, per arrivare a 100 entro il successivo giugno, andando a vantaggio della diffusione del car sharing e della mobilità elettrica in generale, in quanto i punti Bee saranno in grado di erogare energia anche ai veicoli privati (quindi non solo alle Twizy della flotta di servizio) entro la fine del 2013, andando a rappresentare una vera e propria rete per la ricarica elettrica a disposizione degli automobilisti partenopei.

I costi del car sharing elettrico di Bee sono contenuti e vedono un abbonamento annuale offerto in promozione fino all’estate a 30 euro, per poi salire a 180 euro una volta finito il periodo a prezzo ridotto, mentre sono invece necessari 10 euro per attivare l’abbonamento di tre giorni. Da notare che a queste cifre vanno aggiunti gli importi della tariffazione a minuti che parte dal momento dell’accensione dell’auto a 0,15 centesimi al minuto.

Per chi desidera avere a disposizione una Twizy per tutta la giornata i prezzi sono di 36 euro giornalieri (quindi senza tariffazione a consumo) per chi ha l’abbonamento annuale e di 42 euro per chi è in possesso di una sottoscrizione di tre giorni.

La prenotazione di un veicolo della flotta può essere completata tramite il sito ufficiale o per mezzo delle apposite applicazioni disponibili su iOS e Andoir, nonché chiamando il numero verde 800.969.887.

18 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento