Barrette energetiche realizzate con larve e insetti. Frutto non di qualche esotica cultura alimentare, ma del lavoro di due ricercatori europei, l’altoatesino Stefan Klettenhammer e lo svizzero Meinrad Koch. Insieme hanno sviluppato l’insolito alimento, premiato dall’Accademia svizzera delle scienze tecniche.

La futura scarsità di vivere porterà, spiegano i ricercatori, alla necessità di nuovi alimenti per un sempre maggior numero di abitanti sulla Terra. Le barrette energetiche di larve e insetti potrebbero quindi fornire un’alternativa sostenibile ed economica all’alimentazione tradizionale. Come spiega il Dr. Klettenhammer:

Nel 2050 sul nostro pianeta ci saranno circa 9 miliardi di abitanti. Per nutrirli la produzione agricola dovrà quasi raddoppiare, con pesanti effetti per l’ambiente. Salirà il prezzo di carne e verdure.

L’allevamento di insetti è low tech e facilmente realizzabile anche nei paesi poveri del mondo.

A occhio non risulterebbero distinguibili larve e insetti utilizzati per la realizzazione delle barrette energetiche mentre il loro sapore sarebbe al contrario evidente, secondo Klettenhammer, nonché piuttosto gradevole:

La barretta contiene il 23% di proteine, di cui la metà proviene da vermi della farina. Gli insetti possono avere un sapore eccellente. Tutto dipende dalla preparazione e questo vale per molti cibi.

23 febbraio 2015
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Silvano Ghezzo, lunedì 23 febbraio 2015 alle20:41 ha scritto: rispondi »

Senza un controllo delle nascite a livello mondiale rischieremo purtroppo nel futuro non solo di mangiare insetti, ma anche i propri simili, come già accaduto in certe situazioni nel passato.

Lascia un commento