L’ennesimo caso di abbandono e sofferenza quello subito da un cane di razza mix Barboncino, recuperato davanti a un centro veterinario a Sheffield, nel South Yorkshire. L’anziano animaletto è stato rinchiuso in una scatola di cartone senza nessun ritegno, su cui è stato tracciata a pennarello la scritta “contiene cane”. Liberato dall’involucro, i veterinari hanno dovuto fare i conti con un esemplare magro, trasandato e trascurato, con il pelo così arruffato da bloccargli totalmente la vista.

I peli, ormai annodati, impedivano al cane di muovere le palpebre, favorendo così ulcere e infezioni. Una condizione così grave da condurlo irrevocabilmente alla cecità. I veterinari, completamente disperati, hanno dovuto constatare anche una condizione di estrema magrezza e denti gravemente marci. Le zampe, inoltre, risultavano umide a causa di una permanenza forzata negli escrementi. L’animale, di sesso femminile, ha colpito profondamente tutto lo staff dell’Highfield Veterinary Centre: per loro questo è il peggior caso di negligenza e trascuratezza mai affrontato.

Come sottolinea Anne Bernabe, 35 anni e in servizio presso la struttura, l’animale potrebbe avere tra gli 8 e i 13 anni. Prelevata dal box di cartone è stata subito curata, lavata e nutrita con cibo per animali anziani. La piccola, ribattezzata Principessa Peggy, è stata coccolata e curata per tre giorni di seguito. Ma viste la terribile condizione in cui versava, le sono stati asportati 32 denti ed entrambi gli occhi. La situazione di degrado e sofferenza è stata denunciata alla RSPCA, le indagini sono partite immediatamente alla ricerca del responsabile. Si spera in segnalazioni e indizi che possano condurre al colpevole.

Nonostante gli anni di patimento e negligenza, la piccola conserva un animo delicato, dolce e affettuoso. La cecità attuale non le impedisce di godere della nuova condizione di amore e affetto. Sebbene ormai disabile, si muove con calma e autonomamente: a dispetto del percorso difficile ,il recupero sembra a portata di mano e si spera in un’adozione adeguata. Di seguito, il filmato che ritrae la cagnolina: attenzione, le immagini potrebbero turbare la sensibilità degli utenti.

13 maggio 2014
Fonte:
Lascia un commento