Più di duecento spiagge di qualità ci sono in Italia, anzi per la precisione sono 233 (lo scorso anno furono 231). Questi i dati diffusi da Bandiera Blu 2011, il riconoscimento internazionale assegnato ogni anno dal FEE con il patrocinio dell’UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e dell’UNWTO (Organizzazione mondiale del turismo).

È bene ricordare che i criteri sulla base dei quali vengono scelte le diverse spiagge a cui assegnare la Bandiera Blu non si basano esclusivamente sulla qualità delle acque ma prendono in considerazione anche le attività di educazione ambientale e informazione portate avanti nella località in questione, la gestione ambientale, i servizi e la sicurezza.

Analizzando più in particolare la lista fornita da FEE (Foundation for Environmental Education) Italia, si può notare come la maggior parte delle Bandiere Blu 2011 (91%) siano una riconferma delle località balneari dell’anno precedente. Anche quest’anno è stato comunque registrato un incremento dovuto non solo al rientro di alcune località, ma anche all’ingresso di nuove spiagge che hanno ottenuto la Bandiera Blu per la prima volta.

Al primo posto nella classifica regionale si conferma la Liguria con 17 località, seguono Marche e Toscana con 16 località. L’Abruzzo, ora con 14 bandiere, ne guadagna una in più rispetto all’anno scorso, la Campania rimane stabile a quota 12 mentre l’Emilia Romagna guadagna una bandiera portandosi a quota 9.

La Puglia scende a 8 perdendone addirittura 2, il Veneto ha 6 bandiere e il Lazio scende a quota 4, superato dalla Sicilia (6), dalla Calabria e dalla Sardegna (5). Friuli Venezia Giulia e Piemonte riconfermano le 2 dell’anno scorso, Molise e Basilicata hanno 1 bandiera e, per la prima volta, in questa edizione entra una località della Lombardia (Gardone Riviera sul Lago di Garda).

Di seguito la lista completa delle spiagge premiate con la Bandiera Blu 2011:

  • Piemonte: Cannero Riviera (Verbania); Cannobio Lido(Verbania);
  • Lombardia: Gardone Riviera (Brescia);
  • Friuli Venezia Giulia: Grado (Udine); Lignano Sabbiadoro (Gorizia);
  • Veneto: San Michele al Tagliamento; Bibione; Caorle; Eraclea mare; Jesolo: Cavallino Treporti-Lido di Venezia (Venezia);
  • Liguria: Camporosso, Bordighera (Imperia); Loano, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze (Savona); Chiavari, Lavagna, Moneglia (Genova); Lerici, Ameglia-Fiumaretta (La Spezia);
  • Emilia Romagna: Comacchio-Lidi Comacchiesi (Ferrara); Lidi Ravennati, Cervia-Milano Marittima; Pinarella (Ravenna); Cesenatico, San Mauro Pascoli-San Mauro mare (Forlì-Cesena); Bellaria Igea Marina, Rimini, Cattolica, Misano Adriatico (Rimini);
  • Toscana: Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio (Lucca); Marina di Pisa, Tirrenia-Calambrone (Pisa); Antignano e Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Cecina, Marina di Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Riotorto-Piombino: parco naturale della Sterpaia (Livorno); Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario (Grosseto);
  • Marche: Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo-Marotta (Pesaro-Urbino); Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana (Ancona); Porto Recanati, Potenza Picena, Civitanova Marche (Macerata); Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio, Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno);
  • Lazio: Anzio (Roma); Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga (Latina);
  • Abruzzo: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina (Teramo); Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto, San Salvo (Chieti); Scanno (L’Aquila);
  • Molise: Termoli (Campobasso);
  • Campania: Massa Lubrense (Napoli); Positano, Agropoli, Castellabate, Montecorice-Agnone e Capitello, Pollica-Acciaroli Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare, Sapri (Salerno);
  • Basilicata: Maratea (Potenza);
  • Puglia: Rodi Garganico (Foggia); Polignano a Mare (Bari); Fasano, Ostuni (Brindisi); Ginosa-Marina di Ginosa (Taranto); Otranto, Melendugno, Salve (Lecce);
  • Calabria: Cariati, Amendolara (Cosenza); Cirò Marina (Crotone); Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica (Reggio Calabria);
  • Sicilia: Lipari (Messina); Fiumefreddo di Sicilia-Marina di Cottone (Catania), Ispica, Pozzallo, Ragusa-Marina di Ragusa (Ragusa); Menfi (Agrigento);
  • Sardegna: Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta Tegge Spalmatore (Olbia-Tempio); Castelsardo-Ampurias (Sassari); Oristano-Torre Grande (Oristano); Quartu Sant’Elena-Poetto (Cagliari).

10 maggio 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Vita, martedì 10 maggio 2011 alle13:10 ha scritto: rispondi »

Io vivo in Puglia............. solo 8 Bandiere signori miei Le Isole Tremiti .........Castro.. Marina di Novaglie........ Santa maria di leuca...San Foca.. Torre Vado..........Torre Guaceto........ Marina di Nardò.....Santa Cesaria Terme.......Marina di Meldugno...... San Pietro in Bevagna........ Marina di Pulzano....Santa Caterina al Bagno........ Ugento....... Forse queste località non fanno parte della ns. Bella Italia.......... noi Pugliesi siamo orgogliosi del ns. mare e non saranno delle bandierine ad inquinarlo. N.b.: vogliamo i nomi degli esperti......... forse più che il mare hanno visitato le montagne. Vita-Davide-Anna

Lascia un commento