Mangiare banane potrebbe diventare tra qualche anno soltanto un ricordo. Secondo alcuni ricercatori dell’Università della California UC Davis un fungo patogeno potrebbe far scomparire questo frutto dalle tavole entro appena 5-10 anni.

A minacciare le banane una malattia chiamata Sigatoka, come riportato sulla rivista Plos Genetics, provocata dall’aggressione di tre diverse specie fungine. Una patologia che sarebbe già in grado, secondo gli esperti, di ridurre i raccolti del 40%.

Le specie coinvolte sono la Pseudocercospora musae, la Pseudocercospora eumusae e la Pseudocercospora figiensis. Come ha sottolineato Ioannis Stergiopoulos, ricercatore presso la UC Davis e tra gli autori principali dello studio:

Abbiamo dimostrato che due delle tre maggiori patologie fungine delle banane sono diventate più virulente con l’incremento della loro abilità di manipolare i percorsi metabolici delle banane e utilizzarne i nutrienti.

A peggiorare lo scenario le modalità di diffusione delle coltivazioni di banane, nella maggior parte tutte di varietà “Cavendish“, ottenute mediante talea. Questo genera una serie di piante “clonate”, geneticamente identiche, che favoriscono la diffusione fungina. Come ha spiegato lo stesso Stergiopoulos:

Le piante di banana Cavendish sono tutte ottenute dalla stessa pianta e sono quindi dei cloni, che condividono lo stesso genotipo, ed è la ricetta per un disastro.

22 agosto 2016
Lascia un commento