Baguette del supermercato con residui di pesticidi e acqua in eccesso secondo un’indagine di TestIlSalvagente. Il mensile ha dedicato appositi test di laboratorio al pane proveniente da 8 catene di distribuzione, con risultati non esattamente rassicuranti e soddisfacenti per i consumatori.

I prodotti testati sono stati acquistati presso punti vendita Carrefour, Coop, Conad, Elite, Eurospin, Lidl, Simply e Todis. In tutti i casi si tratta non di pane fresco (rosette, pagnotte e sfilatini), ma di precotti che sono stati poi surgelati e la cui cottura è terminata presso il supermercato.

Prodotti scelti da un numero crescente di italiani (+1,2% negli ultimi 12 mesi), sottolinea il portale, mentre il consumo di pane fresco è sceso negli ultimi 10 anni del 50%. Baguette e altri tipi di pane surgelato e cotto al punto vendita risultano però perdere la propria fragranza e croccantezza già dopo pochissime ore, mostrando al contempo alcune criticità, prosegue TestIlSalvagente, nella filiera produttiva.

Secondo quanto emerso dai test effettuati in laboratorio vi sarebbero nei prodotti acquistati tracce di 3-4 pesticidi, seppure tutte al di sotto dei limiti di legge, oltre a quantità di acqua troppo elevate (circa un terzo della massa). Il giudizio generale risulterebbe quindi, conclude TestIlSalvagente, ben lontano dall’essere “eccellente” od “ottimo”, ma aprire la porta a dubbi che riguardano la filiera produttiva e le possibili criticità connesse.

I prodotti acquistati sono tutti baguette surgelate e cotte presso il punto vendita, ad eccezione di quella Eurospin (fresca). Neppure quest’ultima ha tuttavia fatto registrare dati più confortanti rispetto alle altre.

Negativo il giudizio del portale anche per quanto riguarda gli importi corrisposti al momento dell’acquisto: negativo il rapporto qualità-prezzo, con prezzi che vanno da un minimo di 2 euro e mezzo a poco meno di 4 euro.

23 settembre 2016
Lascia un commento