Per il rinoceronte il 2015 è stato un anno complicato: molti sono gli esemplari purtroppo deceduti a causa del bracconaggio. Solo in Sudafrica sono 1.215 le vittime per la caccia al loro corno che, secondo la tradizione cinese, possiede poteri legati alla guarigione e alla medicina. Ma le cure obsolete si scontrano con una realtà molto crudele che vede il gruppo di questi animali dal corpo possente diminuire molto velocemente. Lo stesso rinoceronte bianco settentrionale sarebbe ormai in via di estinzione,:i pochi esemplari ancora in vita sarebbero controllati a vista dalle guardie nelle riserve naturali dove vengono protetti. Un ultimo tentativo per impedire che questa specie sparisca per sempre dalla faccia della Terra.

Ma gli effetti di questa decimazione ricadono anche sui più piccoli che, spesso, vengono trovati soli e intimoriti accanto alle carcasse mutilate delle loro madri. Per impedire che diventino l’obiettivo di qualche predatore, umano e non, il Thula Thula Rhino Orphanage li porta in salvo presso il loro santuario e rifugio. Dove possono vivere accuditi e protetti dalla brutalità e dalla violenza, crescendo in serenità e trovando libertà controllata e seguita all’interno dei parchi naturali dell’organizzazione non profit. La riserva è protetta dalle guardie giorno e notte, in modo che nessuno possa avvicinarsi ai rinoceronti pregiudicando il loro benessere.

I piccoli del parco sono amati e accuditi con la stessa tenerezza riservata ai cuccioli di affezione, in quanto tali giocano e si proteggono a vicenda. Come Storm e Nandi che, impauriti dai lampi e tuoni di una forte tempesta, si sono stretti l’uno all’altra cercando conforto e sicurezza. È una particolarità molto diffusa nei più giovani, in particolare negli esemplari che hanno subito la brutalità del bracconaggio e degli spari. Con il tempo e le cure imparano a superare il trauma riscontrando nelle pozze di fango, ma anche nei temporali, un fascino tutto nuovo. Questi animali possono contare su un lavoro accurato e costante di tutto lo staff, che ne garantisce protezione e benessere.

15 dicembre 2015
Fonte:
Lascia un commento