Avatar 2: un sequel a energia solare

Alla sua uscita Avatar aveva suscitato qualche perplessità: una saga ambientalista, narrata attraverso il budget, le metodologie e i mezzi propri di quel capitalismo freddo che si voleva criticare. Una contraddizione cui probabilmente James Cameron ha deciso di mettere fine.

Il setting di Avatar 2 sarà infatti affidato alla MBS Media Campus di Los Angels, da sempre attenta all’impatto ambientale dei propri lavori. Inoltre, il regista punta alla costruzione di un enorme sistema a pannelli fotovoltaici che sia sufficiente per tutte le fasi della produzione del film, dalle riprese vere e proprie alla “palestra” per i momenti di pausa.

Una decisione sorprendente che farebbe di Avatar II il primo film a grande budget totalmente a energia solare.

Viene però da chiedersi se queste decisioni così “spettacolari” non conducano verso un ambientalismo svuotato da se stesso e ridotto a marketing. Difficilmente però discorsi del genere potranno frenare l’entusiasmo dei fan di Avatar.

3 giugno 2011
Lascia un commento