Avanzi in cucina: come riciclarli per il viso

Per evitare gli sprechi alimentari e ottimizzare la spesa è fondamentale acquistare ogni cibo in modo consapevole, prestando attenzione alle scadenze e valutando le effettive possibilità di consumo. Capita spesso, infatti, che un alimento fresco si deteriori prima di riuscire a consumarlo oppure che il superamento della data di scadenza indicata sulle confezioni ne impedisca il consumo alimentare.

In tutte queste situazioni, tuttavia, è ancora possibile recuperare gli alimenti scaduti o non più commestibili optando per una destinazione d’uso alternativa, come la cura del viso e del corpo.

=> Scopri lo scrub all’ananas per il viso


Dalla frutta alle bevande, passando attraverso una fitta lista di prodotti anche confezionati, le risorse alimentari che possono essere utilizzate come trattamenti di bellezza sono numerose. Ecco alcune idee da sfruttare conseguendo un duplice obiettivo: prendersi cura della pelle del viso in modo naturale e risparmiare sulla spesa.

Farina d’avena

Avena

La farina d’avena – anche se conservata in una confezione aperta da troppo tempo o scaduta – rappresenta un ingrediente perfetto per preparare in casa una maschera facciale efficace per la cura dell’acne. Occorrono un paio di cucchiai di questa farina, succo di limone, miele, poche gocce di Tea Tree Oil: amalgamando tutti gli ingredienti si ottiene un composto da applicare sul viso, insistendo sulle zone maggiormente soggette alle impurità, avendo cura di risciacquare abbondantemente dopo alcuni minuti. La farina di avena aiuta a purificare la pelle e a eliminare il sebo in eccesso.

Birra sgasata

Birra

La birra sgasata non è gradevole da bere ma può rivelarsi molto utile per rigenerare la pelle del viso. Ricca di minerali e antiossidanti, questa bevanda unita all’albume e a poche gocce di olio vegetale, come quello di mandorle: unendo questi elementi si ottiene una crema liscia che può essere spalmata sul viso lasciandola asciugare fino a formare una pellicola vera e propria, da asportare delicatamente prima di lavare bene il viso con acqua tiepida.

Yogurt greco

Yogurt

Lo yogurt greco è ricco di fermenti lattici vivi che riescono a trasformare trasformano il lattosio in acido lattico, ingrediente che si ritrova in numerosi prodotti di bellezza. Oltre a nutrire la pelle in profondità e a garantire un effetto esfoliante delicato, questo alimento aiuta a purificare, eliminare i punti neri e favorire il restringimento dei porti dilatati. Una semplice ricetta di bellezza si basa sull’unione di yogurt greco e miele, da applicare sul viso lasciando in posa per un quarto d’ora prima di risciacquare usando un panno caldo.

Frutti rossi

Fragole

Capita spesso di osservare ammaccature sulle fragole e sui frutti di bosco che magari si conservano in casa da diversi giorni, “difetti” che potrebbero renderne difficile in consumo alimentare ma che non impediscono di riciclarli realizzando vere e proprie maschere di bellezza. Usando fragole, mirtilli o lamponi frullati è possibile ottenere un composto da applicare sulla pelle del viso in modo da ottenere molteplici benefici: gli acidi e gli enzimi naturali di questi frutti aiutano a liberare la pelle dalle impurità superficiali e a liberare i pori ostruiti.

=> Scopri come si realizza il gommage del viso


Avocado

Avocado

Infine, anche l’avocado troppo invecchiato e maturo può diventare l’ingrediente primario di una maschera per il viso da usare come scrub: è sufficiente prelevare un po’ di polpa di avocado e aggiungere poca farina di mais per ottenere un composto da massaggiare sulla pelle delicatamente, facilitando l’assorbimento di vitamina A e vitamina E.

17 maggio 2018
Lascia un commento