Autorizzazione Unica Ambientale, passi avanti alla Camera

La Commissione Ambiente della Camera dei Deputati ha discusso e approvato, seppur con una sfilza di suggerimenti e prescrizioni, la bozza di regolamento sulla nuova Autorizzazione Unica Ambientale (AUA).

Voluta fortemente dal ministro uscente dell’Ambiente Corrado Clini e dal collega allo Sviluppo economico Corrado Passera, e inserita nel Dl 5/2012 (il cosiddetto “Decreto Semplificazioni”) la nuova AUA quando diverrà legge andrà a sostituire sette distinte autorizzazioni. Con un unico passaggio burocratico, quindi, le piccole e medie aziende si potranno mettere in regola su:

  • Scarichi;
  • Rifiuti (smaltimento);
  • Rifiuti (recupero);
  • Fanghi di depurazione;
  • Acque reflue;
  • Emissioni in atmosfera;
  • Emissioni acustiche.

Ovviamente si tratta di un’autorizzazione che ha a che fare con piccole attività economiche e per quei progetti che attualmente non ricadono nell’obbligo di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA).

Tra i cambiamenti richiesti dalla Camera alla bozza c’è anche quello sulla durata dell’AUA: i 15 anni di autorizzazione in un colpo solo sono sembrati troppi ai deputati della Commissione Ambiente.

Resta più o meno invariato buona parte della sostanza: la AUA potrà essere richiesta tramite Sportello Unico, dal quale verrà poi girata a Regioni, Comuni, Province e Arpa per i rispettivi pareri evitando al richiedente di dover fare la spola tra gli uffici.

Le amministrazioni locali avranno 90 giorni per rispondere, massimo 120 in casi particolari. Sulle eventuali obiezioni e integrazioni alla richiesta di AUA ha lavorato parecchio la Commissione, con varie limature.

Ad esempio, nel caso di richiesta integrativa di documenti e qualora il gestore non abbia depositato la documentazione richiesta entro il termine fissato, l’istanza si intende archiviata ma “fatta salva la facoltà di chiedere una proroga in ragione della complessità della documentazione richiesta”.

In tal caso, chiede la Camera, andrebbe prevista una sospensione del termine per il tempo della proroga concessa.

, Ediltecnico

14 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento