Fare sport è un’abitudine molto importante per la nostra salute. La scienza si dedica ogni giorno a confermare quanto l’attività fisica, unita ad una sana alimentazione e a virtuosi stili di vita possa aumentare le probabilità di longevità. Nella vita frenetica dei nostri giorni spesso è molto difficile trovare il tempo anche per tenersi in forma. Ecco però che a venire in aiuto arrivano idee molto particolari dal mondo del fitness.

L’azienda londinese 1Rebel, che ha creato nella capitale inglese un nuovo modo, più allettante, di fare palestra sta studiando il progetto “R2R” – Ride to Rebel, che prevede la soluzione più semplice per riuscire allo stesso tempo a non togliere tempo alle proprie attività quotidiane e a dedicarsi anche alla forma fisica: approfittando del tempo che si impiega per andare da casa a lavoro e da lavoro a casa. Tutto questo per mezzo di un autobus super attrezzato, una vera e propria palestra, dove dopo aver sudato ci si può anche cambiare e fare la doccia.

Non è solo un’idea perché 1Rebel ha già preso contatti con diverse aziende produttrici di autobus, per valutare quale sia più adatto al progetto e sono già stati studiati i diversi percorsi che questo particolare autobus potrebbe percorrere all’interno della città per offrire il suo servizio al numero più elevato di persone. Nel frattempo si è già scatenata la curiosità intorno all’iniziativa, sono molti i londinesi che non vedono l’ora che tale idea diventi realtà.

I proprietari di 1Rebel vorrebbero dare il via al progetto già dal prossimo autunno, ma uno degli ostacoli principali al momento sembrano essere le norme sulla sicurezza: fare sport all’interno di un autobus in corsa potrebbe essere pericoloso per chi è impegnato in specifici attrezzi.

A tal proposito però sono state studiate delle apposite cyclette che non hanno problemi di stabilità e un sistema di cinture che garantisce di mantenere la posizione anche in caso di brusca frenata. James Balfour, co-fondatore di 1Rebel, spiega:

Stiamo lavorando con le istituzioni per accertarci che tutte le leggi sulla sicurezza siano rispettate, l’idea è innovativa e quindi non ci sono ancora regole a riguardo, ma la risposta degli interessati è stata così alta che speriamo di far debuttare il primo bus su strada al più presto.

Che il progetto sarà un successo, qualora fosse realmente in breve concretizzato, lo garantiscono anche i prezzi che sono stati scelti per le lezioni: si parla di 15-20 euro per lezioni da 1 ora tenute da un trainer. Insomma, anche se solo a Londra per adesso, sembrano davvero non esserci più scuse per giustificare la pigrizia e non mettersi anima e corpo al recupero della propria silhouette.

1 giugno 2016
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento