Dal letame nascono i carburanti del futuro, sostenibili e rinnovabili. Biocombustibili che non hanno niente da invidiare a quelli tradizionali in quanto a prestazioni, come dimostra il record di velocità fatto segnare da un autobus a biometano in Inghilterra.

Ribattezzato Bus Hound, il mezzo ha sfiorato la scorsa settimana i 128,8 km/h su un circuito di guida di Bedford, nella contea del Bedfordshire. Il record è stato confermato dalla UK Timing Association.

L’autobus, dipinto a chiazze bianche e nere tipiche delle mucche frisone, viene alimentato dal biometano prodotto dallo sterco dei bovini. Quando non viene impiegato per stabilire nuovi record di velocità, il mezzo svolge un regolare servizio di trasporto pubblico a Reading, cittadina nella contea di Berkshire.

Per motivi di sicurezza, ovviamente, sulle strade urbane l’autobus a biometano non può raggiungere le velocità registrate sui circuiti di guida. Il limite di velocità del mezzo è settata di norma sui 90 chilometri orari. Non a caso l’autobus, non essendo progettato per raggiungere velocità simili, ha prodotto un rumore impressionante sulla pista.

Ciononostante la compagnia di trasporti ha voluto stabilire il record di velocità per dimostrare anche alle altre aziende il potenziale enorme dei mezzi pubblici alimentati da biometano. A sottolinearlo è l’ingegnere capo della Reading Buses, John Bickerton:

Abbiamo lanciato una sfida agli altri operatori affinché superino il nostro record e l’abbiamo resa difficile. Volevamo dimostrare che i nostri mezzi non sono sporchi, puzzolenti e lenti. Sono moderni, veloci e all’avanguardia.

Il biocarburante che alimenta l’autobus viene prodotto a partire dal letame delle vacche, tramite un processo noto come digestione anaerobica. Il biogas generato dalle sostanze organiche viene poi liquefatto.

L’autobus a biometano più veloce del mondo dispone di 7 serbatoi situati all’interno del tetto, proprio sopra le teste dei passeggeri. La Reading Buses possiede in tutto 34 veicoli alimentati da biometano, pari al 20% dell’intera flotta. La compagnia è convinta che il biometano sia vantaggioso sia dal punto di vista economico che ambientale e nei prossimi anni ha in in programma di puntare ulteriormente sui mezzi ecologici.

26 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento