“Potremmo produrre auto volanti tanto per divertimento”. A rivelarlo, in una recente intervista concessa al quotidiano britannico The Independent, è stato Elon Musk, fondatore di Tesla Motors, la compagnia californiana specializzata nella produzione di auto elettriche. Se a fare una simile dichiarazione fosse stato qualche altro imprenditore non sarebbe stato preso molto sul serio. Ma Musk è l’uomo che è riuscito a creare un impero delle auto elettriche. I suoi sogni nel cassetto spesso si avverano.

Musk ha dichiarato di averci pensato a lungo, arrivando alla conclusione che si potrebbero creare delle auto volanti simili a cabine, un po’ come avviene per le funivie, e farle passare sulle città, permettendo ai conducenti di godersi il panorama attraverso i vetri. Secondo il CEO di Tesla si potrebbe sicuramente realizzare un’auto volante, non è quello il problema. La parte difficile sarebbe produrre un’auto volante sicura e silenziosa. Perché se dovesse essere troppo rumorosa, le persone non ne sarebbero affatto felici. In molti, prosegue Musk, hanno provato a realizzare un’auto volante, uno dei sogni dell’uomo moderno, ma con scarsi risultati.

Musk ha anche parlato di un’altra tipologia di auto che gli piacerebbe realizzare in futuro, un veicolo sommergibile. L’auto capace di andare sott’acqua sembra un obiettivo decisamente più vicino dell’auto volante.

Faremo una macchina sottomarino, ha rivelato l’imprenditore californiano, capace di passare dalle profondità dell’acqua alla spiaggia.

Per acquisire competenze e provare a sperimentare subito sul campo le sue idee, Tesla ha già acquistato il sottomarino Lotus Esprit, utilizzato durante le riprese del celebre film di James Bond “La spia che mi amava”. A quanto pare l’idea è di installare sul sommergibile il motore della Tesla Model S. Chi vivrà vedrà se da questi esperimenti, che potrebbero sembrare azzardati, nei prossimi anni verrà fuori qualcosa di concreto. Non solo un’auto sommergibile e volante, ma un’auto sommergibile e volante a zero emissioni. Sarebbe il massimo. Una cosa, infatti, è certa: i sogni nel cassetto di Tesla potranno anche sembrare irrealizzabili ma la compagnia sogna in modo sostenibile e ha tutte le carte in regola per regalarci altre sorprese ecologiche.

17 giugno 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento