Il cielo come nuova frontiera della mobilità in ambito urbano, la guida autonoma come piattaforma sulla quale costruire un futuro migliore per chi viaggia in città. L’unione dei due elementi porterà alla nascita di soluzioni tanto innovative da sembrare frutto dell’immaginazione, della letteratura o della cinematografia sci-fi: una è in fase di studio nei laboratori di Airbus.

Il gruppo, che lo scorso anno ha fondato la divisione Urban Air Mobility proprio per sviluppare concept di questo tipo, ha annunciato l’intenzione di produrre una vera e propria self-driving car volante. Un mezzo in grado di sfruttare lo spazio a disposizione in verticale, alleggerendo così il traffico su strada e quello dei trasporti pubblici più tradizionali. Il CEO Tom Enders ha confermato che un primo prototipo pienamente funzionante sarà operativo già entro la fine dell’anno, per poi affrontare una fase di test necessaria a certificarne la sicurezza. Serviranno inoltre le autorizzazioni da parte delle amministrazioni locali prima di poter vedere un veicolo di questo tipo attraversare i cieli delle città.

Un veicolo a guida autonoma in grado di spostarsi nel cielo: il concept di Airbus per la mobilità del futuro<

Un'idea che sembra uscita da pellicole come Blade Runner, ma che fornisce uno spunto di riflessione su ciò che sarà la mobilità del futuro. Nei piani di Airbus c’è lo sviluppo di soluzioni che, oltre a sfruttare appieno i benefici legati alla guida autonoma, sappiano fare altrettanto con le potenzialità dell’intelligenza artificiale. Si pensi, ad esempio, ad un sistema in grado di gestire in modo efficace ed efficiente il trasporto dei passeggeri o la movimentazione delle merci in ambito urbano, senza necessitare del controllo diretto di un operatore. Una forma di ride sharing in volo, per dirla con altri termini.

Al momento non è dato a sapere se e quando il progetto messo in campo da Airbus arriverà a trasformarsi in un servizio al pubblico. Di certo l’iniziativa dimostra come il gruppo sia impegnato in attività che vanno ben oltre la costruzione di velivoli da fornire alle compagnie aeree. Già lo scorso anno l’azienda ha siglato una partnership con Uber, per la realizzazione di una flotta di elicotteri a portata di app, sottoposti a test nell’area di Utah in occasione del Sundance Film Festival.

18 gennaio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Via:
Immagini:
I vostri commenti
Leonardo DC, giovedì 19 gennaio 2017 alle0:00 ha scritto: rispondi »

Coraggio che quasi ci siamo : e da 40anni che ci penso a queste Innovazioni, specialmente ad Energia Solare. Grazie a coloro i quali si applicano(Progettisti , Ingegneri, Ideatori ), a fin di bene per lasciare questo pianeta migliore di quello che ci hanno lasciato i nostri nonni ed i nostri padri. W gli uomini di Buona Volontà , che il cielo li protegga sempre.

Lascia un commento