Le autonomous car, cioè le vetture in grado di andare da un punto ad un altro senza che ci sia un conducente umano a guidarle, sono sempre più realtà e la conferma, l’ennesima, arriva direttamente dal Giappone. Nel Paese asiatico è andata infatti in scena un’interessante anteprima che ha visto per protagonista una vettura elettrica, la Nissan Leaf, seppur in veste un po’ diversa da quella in cui la gente è solitamente abituata a vederla.

La vettura giapponese ha guadagnato la scena durante una dimostrazione pubblica organizzata da Nissan sull’autostrada di Sagami, nella prefettura di kanagawa che si trova a sud-ovest di Tokyo. L’obiettivo era quello di testare su una strada aperta al traffico i progressi raggiunti dall’autonomous car a cui il costruttore sta lavorando da qualche tempo, richiamando per l’occasione l’attenzione della stampa.

Una Nissan Leaf appositamente dotata di sensori e sistema di controllo elettronico ha così ospitato a bordo il vicepresidente di Nissan Toshiyuki Shiga e il governatore della prefettura di Kanagawa Yuji Kuroiwa (ma in seguito un giro è stato concesso anche ad alcuni giornalisti).

Nel video diffuso per testimoniare l’evento si vede la vettura imboccare l’autostrada e percorrerne un tratto alla velocità di 80 km/h, ma non senza aver prima dato la precedenza ai veicoli che sopraggiungevano al momento di immettersi in corsia e arrivando perfino a effettuare un sorpasso in maniera assolutamente ineccepibile, portando tutto a termine senza che nessuno dei due passeggeri nell’abitacolo dovesse compiere alcuna azione.

Il vicepresidente Shiga ha spiegato ai cronisti presenti che la tecnologia di guida autonoma testimonia il livello di sviluppo tecnologico a cui i veicoli moderni sono arrivati, tanto da essere in grado di viaggiare in mezzo al traffico rispettando le regole imposte dal codice della strada, mantenendo la corretta distanza di sicurezza dai veicoli che precedono e rimanendo opportunamente nella propria corsia di marcia.

La Nissan Leaf conferma ancora una volta che i modelli elettrici ben si prestano per le future applicazioni in ambito di mobilità intelligente e non è un caso, in fondo, se la prima autonomous car a ricevere una targa dalle autorità giapponesi dei trasporti sia stata proprio un esemplare della “Foglia”, lo stesso che è stato protagonista della dimostrazione in autostrada.

27 novembre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento