Toyota ha finalmente svelato il primo prototipo di auto a idrogeno alimentata da celle a combustibile. Il futuro della mobilità sostenibile dunque non è soltanto riservato all’auto elettrica o ibrida, ma anche a questa fonte di energia pulita. La casa giapponese è stata una delle prime a puntare su questa tecnologia, e pochi giorni fa ha mostrato al mondo i suoi progressi.

Il concept è stato realizzato su una FCV-R, un’auto familiare della Toyota, modificata per essere alimentata dall’idrogeno. Il principale passo in avanti fatto dall’azienda giapponese è stato quello di lavorare su tecnologie a più basso costo e molto efficienti così da renderle disponibili per tutti, o quasi.

Fino a 5 anni fa, sottolineano gli ingegneri Toyota, la tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno sarebbe costata circa un milione di dollari, ad esclusione del costo del resto dell’auto. Oggi tale prezzo è sceso ad appena 50 mila dollari, auto compresa.

Certamente si tratta di prezzi ancora elevati, ma più vicini al mercato rispetto a prima. Altra caratteristica di questa nuova auto è che con un pieno da 5 kg di idrogeno è possibile percorrere ben 480 km, più delle potenzialità attuali delle auto elettriche o ibride e appena meno dell’autonomia che ha la stessa FCV-R in modalità a benzina.

Le celle a combustibile sono collegate a un pacco batterie da 21 kw/h che è leggermente più piccolo di quello presente nella Nissan Leaf attualmente sul mercato. Il pacco è in grado di sviluppare 150 cavalli e di passare da 0 a 100 in 9 secondi. Inoltre a quanto pare l’auto è anche molto comoda da guidare visto che uno dei giornalisti che hanno avuto la fortuna di provarla l’ha definita “molto più divertente da guidare rispetto a una Prius”.

Dopo aver presentato negli scorsi saloni dell’auto alcuni concept, una vettura molto vicina a quella definitiva verrà mostrata al prossimo Tokyo Auto Show di fine novembre. In quell’occasione sarà possibile per tutti vedere la prima auto a idrogeno che si stima dovrebbe entrare sul mercato nel 2015.

17 ottobre 2013
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento