La sempre maggiore attenzione all’ambiente da parte degli automobilisti sta modificando di conseguenza le priorità dei costruttori, tanto che non esiste praticamente marchio di prima fascia a non avere in listino o in programma il lancio di un modello eco-compatibile, totalmente elettrico o ibrido che sia.

Ad attirare una certa attenzione sono in particolare diversi modelli ad alimentazione ibrida, i quali affiancano al tradizionale motore, benzina o diesel, un’unità elettrica che ne ottimizza i consumi e le emissioni. Si può dire quindi che, nel passaggio da un tipo di propulsione totalmente legata ai combustibili fossi a una ad emissioni zero allo scarico, l’auto ibrida rappresenta l’ideale anello di congiunzione, una tecnologia che si pone esattamente a metà strada, favorendo il passaggio verso un mondo più pulito senza stravolgere di colpo le abitudini consolidate da decenni di esperienza.

E proprio riguardo alle auto ibride va detto che anche in Italia l’offerta si sta facendo sempre più folta, mettendo a disposizione degli automobilisti modelli di diversi segmenti, per tutte le tasche e per tutte le esigenze, come si può riassumere in questo semplice elenco ordinato alfabeticamente:

  • BMW Serie 7;
  • BMW X6;
  • Citroën C-Zero;
  • Honda Civic;
  • Honda CR-Z;
  • Honda Jazz Hybrid;
  • Honda Insight;
  • Lexus CT;
  • Lexus GS450H;
  • Lexus LS600H;
  • Lexus RX;
  • Mercedes Classe S;
  • Mitsubishi I;
  • Peugeot ION;
  • Porsche Cayenne;
  • Renault Fluence;
  • Tazzari Zero;
  • Toyota Auris;
  • Toyota Prius;
  • Volkswagen Touareg.

L’offerta è trasversale, dato che che va dalle microcar alle berline di lusso, passando per citycar e compatte fino ad arrivare ai SUV. A tutto questo, inoltre, si aggiungerà nei prossimi mesi la Opel Ampera, il primo veicolo elettrico ad autonomia estesa che, pur non essendo tecnicamente una vera e propria auto ibrida, utilizza un motore a benzina per produrre energia che andrà a ricaricare le batterie al litio di cui è fornita. Ma moltissimi saranno i modelli che saranno mostrati al Salone di Ginevra 2011, che si aprirà il prossimo 3 marzo.

18 febbraio 2011
I vostri commenti
Giosanc, mercoledì 15 giugno 2011 alle11:41 ha scritto: rispondi »

manca nell'elenco la C4 micro hybrid (diesel e elettrica)

Lascia un commento