Dal debutto sul mercato italiano la Toyota ha venduto oltre 100 mila auto ibride. Le vendite globali hanno tagliato il traguardo di 9 milioni di unità. L’annuncio è arrivato dalla casa automobilistica giapponese, che ha diffuso i dati sulle vendite dell’ibrido Toyota e Lexus nel nostro Paese.

Il gruppo Toyota fa sapere che la quota di mercato delle motorizzazioni ibride in Italia è cresciuta dal 35,4% registrato nel 2015 al 42,1% rilevato alla data del 31 maggio 2016. Dal lancio della Auris nel 2010 le unità vendute sono passate da 517 a 8.500, con una crescita di ben il 1.600%. Le Yaris Hybrid vendute lo scorso anno in Italia ammontano a circa 13 mila unità a fronte delle 1.986 vendute nel 2012, anno del debutto del modello sul mercato italiano. L’incremento registrato in 3 anni è stato del 600%.

La Lexus ha rafforzato la sua presenza sul mercato italiano proprio grazie alla versione 100% Hybrid che in soli due anni ha fatto triplicare la quota dallo 0,5% all’1,4%. Per i prossimi mesi le proiezioni sulle vendite di auto ibride in Italia sono rosee. La Toyota si aspetta un ulteriore incremento dovuto all’arrivo nelle concessionarie italiane del crossover compatto C-HR.

Il colosso giapponese sostiene che il successo delle auto ibride è dovuto al buon compromesso tra rispetto dell’ambiente e prestazioni di guida offerto agli automobilisti. Anche il fattore risparmio è determinante nell’acquisto di un veicolo ibrido. Il risparmio di carburante è ancora più marcato in città, dove l’auto ibrida per oltre il 50% del tempo viaggia a consumi ed emissioni zero.

Gli ultimi progressi tecnologici compiuti dalla Toyota, già operativi sulla nuova Prius, consentono di spostarsi in città senza consumare carburante e inquinare per oltre il 78% del tempo.

Gli automobilisti che acquistano un veicolo ibrido inoltre possono contare su una serie di agevolazioni che abbattono ulteriormente i costi dell’auto privata. Il 40% dei capoluoghi italiani consente ai veicoli ibridi di entrare nelle zone a traffico limitato, utilizzare le corsie preferenziali e parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu. Un terzo delle Regioni italiane ha esentato i possessori di auto ibride dal pagamento della tassa di proprietà sul veicolo per i primi 3-5 anni.

20 giugno 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento