Toyota ha comunicato la decisione di richiamare 1,9 milioni di Prius distribuite in tutto il mondo, compresa l’Europa. La casa giapponese ha spiegato che il richiamo si è reso necessario in quanto il problema riscontrato potrebbe mettere potenzialmente a rischio la sicurezza dei clienti.

Le Toyota Prius interessate presentano un difetto al software di gestione del sistema ibrido, il quale potrebbe far rallentare improvvisamente il veicolo durante la marcia e tale comportamento errato, a quanto si apprende, potrebbe avvenire anche a velocità sostenuta, con conseguenti rischi per gli occupanti stessi del mezzo e per gli altri veicoli in transito.

Le ibride coinvolte sono state costruite tra il 2009 e il 2014 e la maggior parte, un milione circa, è stata distribuita in Giappone. Sono 700.000 i modelli venduti negli USA, mentre 130.000 sono stati consegnati a clienti residenti nell’Unione Europea.

Toyota provvederà a contattare direttamente gli interessati per programmare un intervento gratuito presso la propria rete di riparatori autorizzati. In officina si procederà con la verifica del software di bordo e con il suo aggiornamento ad una versione corretta.

12 febbraio 2014
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
massimo tassista a ROMA, sabato 29 marzo 2014 alle14:06 ha scritto: rispondi »

sono tassista a Roma dal 1987 dopo ben25 anni di lavoro con la Fiat sono approdato alla Toyota Prius con immenso piacere per una serie di motivi in primis il risparmio di carburante, abbattimento inquinamento da co2,silenziosità dell'abitacolo, manutenzione ordinaria non di più e soddisfazione di quasi la totalità della mia clientela. Detto questo se dovessi percepire un introito dalla Toyota per tutta la pubblicità non so quale sarebbe ma magari basterebbe solo un riconoscimento quasi dovuto.PS se Toyota è la casa automobilistica più venduta al mondo un motivo ci sarà?

Lascia un commento