Perché scegliere un’auto ibrida nel momento in cui si decide di acquistare una nuova automobile? La domanda sorge spontanea nella mente di chi per anni è stato abituato a guidare veicoli con propulsione tradizionale e le risposte, in questo caso, sono molteplici.

Chi è incuriosito dal voler verificare di persona gli indiscutibili vantaggi offerti dai modelli con doppio motore si ritrova a volte davanti a un bivio, combattuto tra la tentazione di scegliere ancora una volta un’auto a benzina o diesel e la voglia di andare oltre, di provare un modo nuovo di viaggiare su strada senza preoccuparsi troppo delle emissioni inquinanti, né del costo del carburante.

L’automobile ibrida è al momento l’unica proposta che riesce ad unire insieme i vantaggi assicurati dal motore termico in termini di autonomia e di prestazioni con i benefici garantiti dal motore elettrico, che vanta la possibilità di viaggiare a zero emissioni allo scarico e la grande elasticità di funzionamento dovuta alla disponibilità della coppia motrice già da zero giri al minuto, per accelerazioni da fermo degne di molte vetture sportive.

Una delle più interessanti e avanzate tecnologie in questo settore è il sistema Hybrid Synergy Drive di Toyota, una soluzione basata sull’accoppiata benzina-elettrico che il costruttore giapponese ha messo a punto attingendo a tutta la sua pluridecennale esperienza, riuscendo a regalare un autentico piacere di guida fin dai primi metri.

Presente su tutti i modelli ibridi Toyota, Hybrid Synergy Drive prevede l’azionamento del motore elettrico in fase di partenza, così da assicurare uno scatto pronto e senza incertezze nel massimo rispetto dell’ambiente. Per avere un’idea della reattività del veicolo basta pensare che la tecnologia Toyota assicura uno scatto da 0 a 50 km/h in appena 4 secondi, mentre nei momenti in cui c’è bisogno di maggiore spinta, il sistema fa entrare in azione il motore a benzina per fornire un’adeguata dose di potenza e raggiungere velocità di punta paragonabili a quelle di una vettura con propulsione tradizionale.

Il funzionamento dei due motori è interamente affidato all’elettronica di gestione del sistema Hybrid Synergy Drive che, abbinato al cambio automatico a variazione continua dei rapporti, si occupa di regolare l’erogazione della spinta senza strappi, per una progressione dolce e confortevole che rende l’azionamento dei motori inavvertibile dal conducente e dai passeggeri.

Il lavoro in sinergia dei due motori è costantemente monitorato dal sistema e consente di viaggiare consumando pochissimo carburante. Chi è al volante, comunque, ha la possibilità di azzerare del tutto le emissioni selezionando la modalità 100% elettrica. In questa fase il motore termico viene disattivato e la vettura può viaggiare per brevi tragitti utilizzando esclusivamente l’energia presente nelle batterie, le quali si ricaricano automaticamente in fase di decelerazione o quando si preme il pedale del freno.

A tutto ciò si aggiunge un elevato livello di silenziosità a bordo ottenuto sia grazie alla cura costruttiva diventata ormai marchio di fabbrica di Toyota, sia grazie all’assenza del caratteristico rombo che penalizza i veicoli dotati del solo motore a scoppio. Su un’auto ibrida, infatti, l’azione congiunta delle due unità propulsive consente di tenere sempre basso il numero di giri del motore a benzina, le cui vibrazioni, così come il rumore di funzionamento, rimangono talmente bassi da non riuscire a penetrare dentro l’abitacolo.

Questa peculiarità va a vantaggio di chi ama viaggiare in un ambiente ben isolato e preferisce rilassarsi ascoltando della musica o concentrandosi sulla lettura di un buon libro.

16 gennaio 2015
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Christian, lunedì 24 ottobre 2016 alle10:31 ha scritto: rispondi »

Quanta durata hanno le batterie? Ci sono modelli con durata superiore ad altri? Manutenzioni previste che si differenziano dalle auto benzina/diesel???

Marcello, sabato 16 gennaio 2016 alle15:09 ha scritto: rispondi »

Mi interessa sapere quale auto viaggia piu a lungo con la batterie. Grazie Marcello

Giorgio, mercoledì 16 settembre 2015 alle21:45 ha scritto: rispondi »

L'articolo è molto interessante ma mancano 2 informazioni per me molto importanti. Dato che si parla di Toyota mi sarebbe utile sapere, riguardo al motore ibrido che monta l'Auris (una delle auto che sto valutando di comprare a breve), quanti km ha di autonomia il solo motore elettrico (mi scuso se utilizzo un linguaggio e definizioni sbagliate ma non sono un esperto di motori, a me interessa solo il risultato finale), e a che condizioni può essere usato senza l'intervento di quello a benzina (ad esempio se c'è una velocità massima sopra alla quale il motore elettrico da solo non riesce a spingere). Grazie dell'attenzione e spero di essermi fatto capire Giorgio

Lascia un commento