La propulsione ibrida conquista i segmenti di lusso grazie alle novità che arrivano da Stoccarda, dove si lavora al lancio della nuova Mercedes S 500 Plug-In Hybrid, variante con doppio motore termico-elettrico dell’ammiraglia di lusso tedesca.

La Mercedes Classe S ibrida non rinuncia a nessuna delle qualità che hanno portato il modello a diventare uno dei simboli della produzione della Stella a tre punte.

Sono così confermati il grande comfort, l’attenzione ai dettagli e la qualità di materiali e assemblaggio, ma il tutto viene unito all’efficienza della propulsione ibrida che si traduce in bassi consumi e in emissioni contenute in rapporto alla tipologia e alle dimensioni della vettura.

Parlando della nuova variante ibrida della Classe S, Thomas Weber, membro del Consiglio Direttivo Daimler, responsabile della Divisione Ricerca del Gruppo e responsabile del Settore Progettazione e Sviluppo di Mercedes, ha dichiarato:

La S 500 Plug-In Hybrid è la prima berlina di lusso a vantare le prestazioni di marcia di un V8 e il consumo di una compatta. Nel suo caso, la massima sfida consiste nel tradurre l’efficienza in una performance di livello superiore.

Si impone qui un parallelo affascinante con la nostra monoposto di Formula 1, anch’essa equipaggiata con un V6 turbo con trazione ibrida high-tech.

Tra le soluzioni che Mercedes ha applicato alla S 500 Plug-In Hybrid c’è la pre-climatizzazione di serie, una novità che consente di diminuire il dispendio energetico necessario per portare l’abitacolo alla temperatura ideale, contribuendo a fare dell’ammiraglia tedesca la prima berlina di lusso con motore tre litri ad essere dotata di certificazione ambientale.

Questo obiettivo è stato raggiunto soprattutto grazie ai ridotti consumi, ai quali si somma la possibilità di sfruttare lo schema propulsivo ibrido della Mercedes Classe S per percorrere fino a 33 chilometri in modalità completamente elettrica, quindi con zero emissioni.

16 settembre 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento