La Hyundai si prepara a sfidare la Toyota su un terreno in cui la compagnia giapponese domina incontrastata, quello delle auto ibride. Il marchio coreano sta lavorando a un nuovo modello in grado di competere con la Toyota Prius.

La nuova auto ibrida, nome in codice Hyundai AE HEV, dovrebbe entrare in commercio entro la fine del 2016. La compagnia probabilmente presenterà al mondo il veicolo a settembre del 2015, in occasione del Salone dell’Auto di Francoforte.

Le prime foto spia scattate all’auto ibrida mostrano una cinque porte. Il veicolo si basa su una piattaforma sviluppata dalla Kia per il suo modello ibrido ribattezzato De. La vettura sarà dotata di un motore a benzina quattro cilindri da 1, 6 litri, attualmente montato sulle Hyundai i30, e di un motore elettrico. Il sistema di trasmissione sfrutta un cambio automatico a doppia frizione e sette marce sviluppato dalla Kia.

Gli interni della nuova auto ibrida della Hyundai saranno curati nei minimi dettagli, anche per giustificare il prezzo, solitamente alto, tipico dei veicoli ibridi ed elettrici. Il veicolo avrà un quadro strumenti e un grande schermo centrale su cui monitorare consumi, chilometri percorsi e altri parametri.

La Hyundai ha deciso di lanciare sul mercato un’auto ibrida per sfruttare l’aumento delle vendite di veicoli ecologici registrato in diversi Paesi europei. In Gran Bretagna l’incremento delle vendite di auto elettriche e ibride ha sfiorato l’80%.

La compagnia vuole inoltre rispettare le normative comunitarie sulle emissioni di gas serra. Entro il 2020 l’UE ha imposto che le nuove auto in circolazione non emettano più di 95 grammi di CO2 per chilometro.

La Hyundai progetta un’auto ibrida sin dal 2010, quando presentò al mondo la concept-car Blue-Will. I primi test di questo modello risalgono all’agosto del 2014.

La notizia del lancio del nuovo veicolo ibrido della Hyundai è trapelata proprio mentre la Toyota sta affrontando un momento critico.

La compagnia giapponese è stata costretta a richiamare ben 625 mila Toyota Prius a causa di un problema al software che potrebbe portare al surriscaldamento del motore e allo spegnimento involontario del veicolo. Il problema al software fortunatamente finora non ha causato incidenti.

Le auto che dovranno subire un aggiornamento del software sono state prodotte tra maggio del 2010 e novembre del 2014. Le Toyota Prius verranno aggiornate senza costi aggiuntivi. Stando ai dati forniti dalla compagnia, dei veicoli richiamati ben 340 mila sono stati venduti in Giappone, 120 mila in Europa e 109 mila negli Stati Uniti.

16 luglio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento