Le auto ibride sono silenziose, hanno bassi consumi e assicurano un livello di emissioni molto contenuto rispetto ai modelli con propulsione tradizionale, ma possono anche essere potenti, molto potenti. Questa impressione è confermata dalle notizie che arrivano da Bmw, che ha mostrato un chiaro esempio della direzione verso cui il comparto delle vetture con doppio propulsore potrebbe andare nei prossimi anni e la novità, in questo caso, è rappresentata dalla tecnologia Power eDrive Hybrid.

Il nome scelto a Monaco di Baviera nasconde una serie di soluzioni che compongono un sistema propulsivo modulare, quindi adattabile a un’ampia varietà di modelli anche assai diversi tra loro per dimensioni e caratteristiche tecniche. Al centro di Bmw Power eDrive Hybrid ci sono un motore turbo a benzina a quattro cilindri di 2 litri e un paio di motori elettrici molto simili a quelli usati sulla Bmw i3, ma con potenza maggiorata.

Il sistema ibrido è stato implementato su un prototipo di Bmw Serie 5 GT e vanta la possibilità di erogare circa 670 cavalli, con un’impressionante coppia di 1.016 Nm. Una simile attenzione alla forza bruta non pregiudica l’autonomia, tanto che il costruttore garantisce di poter arrivare a 600 chilometri totali sfruttando entrambe le due tipologie di propulsione, mentre viaggiando a zero emissioni, ovvero usando solamente i motori elettrici, si possono percorrere fino a 100 chilometri prima di dover ricaricare il pacco batterie al litio da 20 kWh posizionato nella parte bassa del telaio.

La soluzione Power eDrive Hybrid comprende anche un’eventuale utilizzo plug-in e consente di rifornire d’energia la vettura collegandola a una presa di corrente domestica. La presenza dell’unità elettrica e delle relative batterie ha tuttavia comportato per il prototipo un aumento del peso, che arriva a 2.070 chilogrammi, oltre ad alcune modifiche tecniche come la riduzione da 70 a 30 litri della capacità del serbatoio rispetto alla Bmw Serie 5 GT “normale”.

Bmw ha in programma di continuare a testare la sua tecnologia ibrida per diverso tempo, in modo da poterla lanciare sui modelli di futura generazione che arriveranno sul mercato tra circa tre anni. Non si esclude che l’esordio possa avvenire sulla sportiva e potente Bmw i9.

28 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
bmw
Fonte:
Lascia un commento