Auto elettriche e ibride raddoppiate nel 2014

L’avanzata delle auto elettriche e ibride su tutti i principali mercati occidentali prosegue senza sosta e a confermare questa tendenza sono anche i numeri diffusi dai tedeschi del Zentrum für Sonnenenergie und Wasserstoff-Forschung Baden-Württemberg (ZSW). Secondo le statistiche relative al periodo compreso tra la fine del 2012 e la fine del 2013, infatti, le automobili con sistemi propulsivi basati sull’elettricità sono più che raddoppiate, confermando la crescita già fatta registrare nei 12 mesi precedenti a quelli presi in esame dalle più recenti statistiche.

Osservando le cifre nel dettaglio si evince che alla fine dell’anno scorso le elettriche, le ibride e le elettriche ad autonomia estesa presenti sulle strade erano 405.000, con un sensibile balzo rispetto alle 200.000 segnalate nel 2012, alle 80.000 del 2011 e alle appena 25.000 circolanti quattro anni fa.

A livello di costruttori, un ruolo di primo piano lo recita Nissan, che si piazza in prima posizione per numero di veicoli a ridotte emissioni distribuiti, seguita da General Motors e dai connazionali di Toyota, mentre fuori dal podio si posizionano Tesla (costruttore specializzato nella produzione di veicoli elettrici) e i francesi di PSA. Seguono poi Ford, Renault e i tedeschi di Mercedes (che comprende anche Smart), Bmw e Volkswagen.

I mercati più importanti per i veicoli elettrificati si confermano quelli di USA, Giappone e Cina, ovvero tre delle piazze più redditizie per quanto concerne il comparto auto nel suo complesso, ma buoni riscontri si sono registrati anche in Francia, Paesi Bassi e Norvegia, con la Germania che chiude le prime posizioni della classifica.

Rimangono ancora relativamente bassi i numeri del mercato britannico e di quello italiano, dove la penetrazione di modelli a propulsione alternativa non è ancora diffusa, seppur sia in crescita costante.

8 aprile 2014
Fonte:
Lascia un commento