Sarà disponibile a partire dal 2022 il nuovo furgoncino elettrico Volkswagen. L’I.D. Buzz passa ufficialmente da prototipo, la cui presentazione ufficiale risale a inizio 2017 (Salone di Detroit), a vettura in arrivo sul mercato. L’arrivo è atteso, oltre che sul mercato nordamericano, anche in Europa e in Cina.

=> Leggi i primi dettagli sull’I.D. Buzz di Volkswagen

I.D. Buzz Volkswagen riprende le sue linee dal celebre furgoncino Bulli, da cui però si discosta per la motorizzazione 100% elettrica e per alcune dotazioni base come ad esempio i LED dinamici, sia anteriori che posteriori. Ampia l’area riservata ai bagagli, mentre i posti all’interno dell’abitacolo saranno 8. A fronte di una lunghezza di 4,94 metri figurano una larghezza di 1,98 e un’altezza di 1,96.

Interessante anche la possibilità di guida autonoma, che su I.D. Buzz Volkswagen verrà garantita grazie all’ausilio di sensori a ultrasuoni, radar, telecamere frontali e laterali, 4 laser Lidar (a scomparsa) posizionati sul tetto e un servizio cloud per raccogliere dati in tempo reale.

=> Scopri ID CROZZ, il crossover elettrico di Volkswagen

L’I.D. Buzz avrà a disposizione anche la trazione integrale (powertrain da 369 cv), mentre i motori elettrici in dotazione saranno due, ciascuno con una potenza di 201 cv. Le prestazioni indicate sono di un passaggio da 0 a 100 kmh in meno di 5 secondi e una velocità di punta di 159 kmh.

Venendo infine alla batteria, a bordo del furgoncino elettrico Volkswagen troverà spazio un accumulatore da 111 kWh, autonomia dichiarata superiore ai 500 km e ricaricabile (all’80%) in mezz’ora. Diverse le regolazioni possibili all’interno dell’abitacolo o in relazione al tipo di guida, memorizzabili attraverso un sistema “User-ID“, che permetterà ai passeggeri (tramite app da installare sul proprio smartphone) di salvare impostazioni quali ad esempio la regolazione dei sedili, l’illuminazione dell’abitacolo, i dati relativi al sistema di navigazione o la climatizzazione della vettura.

21 agosto 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
lui la plume, mercoledì 23 agosto 2017 alle14:08 ha scritto: rispondi »

In passato si leggeva che dal progetto al mercato per le auto si attendevano sette anni. Ora leggere che dal prototipo presentato ufficilamente al mercato passano cinque anni mi sembra una previsione fatta dai petrolieri. Non è che ci si trova davanti ad una traduzione errata?

Lascia un commento