Le auto elettriche piacciono sempre più agli automobilisti europei e iniziano la loro lenta scalata nella classifica dei veicoli più venduti, attestandosi a quota 0,4% sulle vendite totali. Secondo un recente rapporto, pubblicato dal network ambientalista Transport&Environment, nel 2013 le vendite di auto elettriche in Europa sono più che raddoppiate rispetto all’anno precedente, con grandi vantaggi sulla riduzione dell’inquinamento.

Questo incremento può essere spiegato dall’acquisto di una sempre maggiore fiducia degli automobilisti verso i veicoli puliti, rispetto alla diffidenza che molti nutrivano nel 2012, anno di debutto delle elettriche nel Vecchio Continente. Inoltre, dall’anno dell’approdo sul mercato, i prezzi dei veicoli hanno iniziato ad abbassarsi, le stazioni di ricarica si sono moltiplicate sul territorio, così come le agevolazioni per i mezzi a zero emissioni. Tutti fattori che hanno reso l’acquisto di un’auto elettrica sempre più appetibile.

L’Agenzia europea dell’ambiente ha stimato che i veicoli elettrici venduti l’anno scorso nei Paesi dell’Unione hanno sfiorato la soglia dei 50mila. L’Europa compra un quarto delle auto elettriche vendute in tutto il mondo. Gli automobilisti che oggi scelgono un’auto elettrica sono molto esigenti e si orientano sui modelli più recenti e tecnologicamente evoluti.

I tre modelli più venduti nel 2013 sono stati la Renault Zoe, la Mitsubishi Outlander e la Volvo V60 Plug-in. Nel 2012 gli acquirenti preferivano invece acquistare una Opel Ampera o una Peugeot Citroen iOn/C-zero, modelli che hanno fatto registrare un calo di vendite nel 2013. Come ha sottolineato Greg Archer di Transport&Environment, le vendite di auto elettriche raddoppiate sono dovute anche al miglioramento delle tecnologie a basse emissioni, imposto ai costruttori dalle norme comunitarie:

I veicoli elettrici possono giocare un ruolo importante nel passaggio ad una mobilità più sostenibile e la crescita delle vendite è dovuta al bisogno dei costruttori di fare innovazione per rispondere alle regole UE sulle emissioni di CO2.

Entro il 2020 tutte le auto dovranno emettere non più di 95 grammi di CO2 per chilometro. Un obiettivo che dovrebbe abbassare notevolmente l’impatto del traffico su quattro ruote in Europa, contribuendo alla mitigazione del riscaldamento globale e dei suoi devastanti effetti. Al momento, infatti, le auto sono responsabili del 15% delle emissioni totali del continente.

31 luglio 2014
Immagini:
Lascia un commento