Le auto ibride ed elettriche di nuova produzione dovranno emettere un segnale sonoro durante la marcia a bassa velocità, per farsi sentire e di conseguenza avvertire i pedoni. Tutto questo a partire dal 1 settembre 2019.

=> Scopri i possibili effetti delle auto elettriche sul mercato del credito

Ecco in estrema sintesi il contenuto del “Pedestrian Enhancement Act”, varato negli USA dalla NHTSA – National Highway Traffic Safety Administration, l’Agenzia governativa statunitense interna al Ministero federale dei Trasporti che si occupa della definizione degli standard per la sicurezza su strada.

=> Leggi le novità in arrivo nel settore delle auto elettriche

I dettagli del provvedimento sono stati pubblicati nelle scorse ore, all’interno del sito Web istituzionale della stessa NHTSA. Il nuovo standard di sicurezza per auto elettriche e ibride che entrerà in vigore dal 1 settembre 2019 – redatto per venire incontro alle esigenze dei pedoni (soprattutto ipovedenti e non vedenti) – prevede che, a velocità fino a 19 miglia orarie (corrispondenti a 30,5 km/h) e nelle fasi di retromarcia, la presenza su strada del veicolo venga accompagnata da un rumore udibile all’esterno.

Oltre questa soglia di velocità, indica il documento NHTSA, il suono artificiale non sarà più necessario, perché altri fattori esterni – pneumatici, spostamento dell’aria – contribuiscono a rendere più percettibile la presenza dell’autovettura elettrica e ibrida su strada.

La regolamentazione degli “avvisi sonori” sulle auto zero emissioni e ibride che entrerà in vigore oltreoceano dal 1 settembre 2019 ha avuto una lunga gestazione: una prima stesura del “Pedestrian Enhancement Act” era stata approvata dal Congresso degli Stati Uniti già nel 2010.

Da allora si dovette attendere più di tre anni per arrivare a una prima indicazione sui generatori di rumore da parte della National Highway Traffic Safety Administration.

16 novembre 2016
Fonte:
I vostri commenti
renzo, mercoledì 16 novembre 2016 alle17:41 ha scritto: rispondi »

questo piccolo effetto collaterale penso sia accettabile e facilmente ovviabile.

Lascia un commento