Il problema della silenziosità delle auto elettriche e ibride (con quest’ultime coinvolte almeno in parte, essendo comunque dotate di un motore a scoppio) non è certo una novità. Già in passato, infatti, si è più volte dibattuto su come risolvere quello che appare a tutti gli effetti un potenziale rischio per la sicurezza dei pedoni e degli altri utilizzatori delle strade, i quali potrebbero restare coinvolti in investimenti dovuti all’impossibilità di udire il sopraggiungere di un veicolo privo di motore termico tradizionale.

>>Scopri la nuova auto elettrica imbottita “salva pedoni”

La questione è molto sentita soprattutto negli USA, dove i modelli a ridotte emissioni stanno incontrando un discreto successo presso il pubblico ponendo però con sempre maggiore urgenza il problema dell’eccessiva silenziosità. Per questa ragione, la National Highway Traffic Safety Administration ha messo a punto una serie di proposte che passeranno prossimamente al vaglio delle autorità americane, con lo scopo di portare all’approvazione di apposite norme atte a trovare una soluzione in favore della sicurezza.

L’idea della NHTSA è quella di obbligare i costruttori di auto elettriche e le auto ibride a implementare sui propri modelli un sistema acustico in grado di riprodurre un suono caratteristico, così da far percepire a chi si trova sulla strada il loro avvicinamento. Il progetto prevede che il suono sintetizzato sia prodotto a un volume minimo sufficiente a essere chiaramente udibile in un ambiente esterno, anche in presenza di numerosi altri rumori, come potrebbe avvenire, ad esempio, in un caotico scenario urbano di una moderna città.

>>Scopri qual è l’auto elettrica più venduta in Europa

Il suono artificiale dovrà essere prodotto dalla vettura non appena si scenderà al di sotto delle 18 miglia orarie, ovvero a una velocità di poco inferiore ai 30 km/h. Ai costruttori, secondo la proposta della NHTSA, rimarrà la facoltà di scegliere il tipo di suono da utilizzare, che a quel punto potrebbe differire dal tradizionale rombo di un motore a scoppio in favore di tonalità più “musicali” e gradevoli da ascoltare.

Se tale obbligo arriverà a essere effettivo, le auto elettriche e ibride dovranno essere dotate entro i prossimi tre anni di appositi altoparlanti con annessa “colonna sonora” dedicata, accontentando così, dopo l’ambiente, anche l’orecchio dei cittadini più esigenti.

9 gennaio 2013
Fonte:
I vostri commenti
Ale, sabato 26 gennaio 2013 alle0:02 ha scritto: rispondi »

e' un'idiozia

Arturo, giovedì 10 gennaio 2013 alle10:17 ha scritto: rispondi »

negli usa potrebbero dare alle auto elettriche il rumore di piccolo trotto di cavallo tanto per ricordare la loro epopea

Lascia un commento