Toyota sta pianificando alcune interessanti novità per il futuro dei suoi modelli ibridi ed elettrici. Stando alle informazioni riportate dalla stampa, infatti, il costruttore giapponese, che finora è stato legato alla tecnologia al nichel-metallo-idruro (NiMH) per i propri pacchi batteria, sarebbe intenzionato a puntare sulle più efficienti batterie al litio per i modelli che saranno lanciati nei prossimi anni.

Uno dei primi modelli a presentare questa significativa novità dovrebbe essere la prossima generazione della Toyota Prius. Infatti, a dispetto della mancanza di conferme ufficiali, sono in molti a credere che la prossima ibrida di casa Toyota potrà contare sulla batterie agli ioni di litio su tutti i mercati, mentre la versione attuale presenta batterie al nichel-metallo-idruro in alcuni paesi in cui è commercializzata.

Le batterie al litio offrono vantaggi come un minor peso complessivo e una maggiore densità, oltre ad aver superato l’ostacolo del loro costo di produzione, un fatto che, secondo molti osservatori, fu il motivo principale per cui la stessa Toyota si è mostrata scettica in passato verso questo tipo di accumulatori, ritenuti dai vertici giapponesi antieconomici da produrre.

Non sorprende pertanto che il costruttore abbia concluso un accordo con Panasonic, il partner scelto per l’attivazione di una linea di produzione dal costo di 194 milioni di dollari e dalla quale usciranno circa 200.000 pacchi batteria all’anno pronti per trovare posto sui modelli a ridotte emissioni che il gruppo lancerà nei mesi a venire in tutti i principali mercati mondiali.

21 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento