Secondo Toyota, il futuro delle auto elettriche non sarà legato alle batterie agli ioni di litio utilizzate per i modelli attualmente sul mercato. Il costruttore giapponese è infatti al lavoro per sostituire questo tipo di batterie con altre allo stato solido che, a quanto si apprende, sono fino a tre o quattro volte più efficienti.

Il percorso che porterà le batterie allo stato solido sui modelli Toyota non sarà diretto, perché il gruppo prevede di sostituire inizialmente le batterie al litio con quelle al litio-aria il cui vantaggio è essenzialmente legato al minor peso, per poi arrivare, verso il 2020, al definitivo passaggio alla soluzione allo stato solido che dovrebbe consentire di abbattere anche i costi, visto che per la realizzazione di questi elementi vengono utilizzati materiali più comuni e meno cari.

Tecnicamente la differenza tra le batterie al litio e allo stato solido è costituita dall’elettrolito, il quale, nel primo caso, è costituito da un materiale liquido, mentre nel secondo caso si sceglie una soluzione solida che rende il pacco batteria più solido e più stabile, dando modo ai tecnici di ottenere una tensione più alta a fronte di dimensioni esterne più contenute.

Il vantaggio è quindi anche per i progettisti, che possono disegnare la conformazione dell’abitacolo e del bagagliaio senza dover rinunciare a prezioso spazio, che può così essere impiegato per migliorare il comfort, la versatilità o la vivibilità a bordo.

I vertici Toyota aspirano ad avere in futuro delle batterie la cui densità sia vicina a quella offerta da un serbatoio riempito con la più tradizionale benzina, facendo così segnare il passo definitivo e decisivo verso il successo delle auto a zero emissioni.

13 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento