Tesla si prepara a far debuttare ufficialmente la Model 3, una berlina elettrica che per dimensioni e prezzo si collocherà al di sotto della più esclusiva Model S, andando ad ampliare verso il basso una gamma che, secondo le più recenti indiscrezioni, si avvia a diventare sempre più ricca e completa.

Stando ad alcune voci diffuse dalla stampa americana, infatti, il debutto della nuova Tesla Model 3 fissato per marzo potrebbe essere affiancato da un’inattesa novità, perché pare che a Palo Alto abbiano intenzione di mostrare al pubblico non uno, bensì due nuovi modelli.

Elon Musk aveva accennato in un tweet dello scorso ottobre ad una misteriosa Tesla Model Y. Il messaggio è stato successivamente eliminato dallo stesso dirigente, ma questo non è bastato a spegnere le speculazioni su quale novità l’azienda californiana abbia in serbo, tanto che diversi osservatori hanno ipotizzato l’arrivo di un crossover elettrico compatto, un modello meno “impegnativo” dell’annunciata Tesla Model X che si andrebbe ad inserire in uno dei segmenti più promettenti dell’intero mercato automobilistico attuale.

Le risposte a questi interrogativi potrebbero arrivare tra poco meno di due mesi, quando Tesla farà conoscere ufficialmente la Model 3. Nel frattempo, un’intervista di Musk rilasciata nelle scorse ore ha aperto uno squarcio sul futuro prossimo del gruppo e sulla possibilità che Tesla costruisca il suo primo pick-up elettrico.

Secondo il presidente, costruire un veicolo di questo tipo sarebbe una cosa logica da fare in futuro, lasciando intendere che tale possibilità viene presa seriamente in considerazione, seppur non nell’immediato. Per spiegare l’interesse di Musk verso questo genere di veicoli che si pone a metà strada tra un’auto e un furgoncino è bene ricordare che, nonostante in Europa siano quasi del tutto sconosciuti, per il pubblico nord americano si tratta di modelli da sempre molto apprezzati, per cui ogni costruttore interessato a diventare importante sul mercato interno deve averne almeno uno nella propria gamma.

In ogni caso, un possibile pick-up elettrico di Tesla non arriverebbe prima di un paio d’anni e sarebbe pensato principalmente per gli USA, dove farebbe concorrenza a modelli di successo come Ford F-150 e GMC Sierra, ma quel che è certo è che, se il gruppo di Palo Alto deciderà davvero di cimentarsi con un modello del genere, metterà sul piatto tutte le peculiarità che l’hanno reso famoso, puntando quindi sulla propulsione elettrica e su una grande attenzione alla tecnologia, soprattutto per quanto concerne l’aspetto della connettività.

29 gennaio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento