Anche SsangYong produrrà auto elettriche. L’azienda sudcoreana ne porterà almeno tre sul mercato entro il 2020, stando a quanto svelato dai vertici della divisione britannica. Al momento è in fase di test un prototipo basato sul crossover Tivoli, ma non è dato a sapere se si tratti o meno di uno dei modelli che saranno commercializzati.

=> Batterie e materiali auto elettriche davvero eco? Leggi i dettagli

L’obiettivo dichiarato è quello di entrare in diretta concorrenza con gli attuali protagonisti del segmento SUV, ad esempio con Nissan Qashqai, forse con un’edizione EV di Korando oppure con un’evoluzione del concept SIV-2 già visto in occasione di diversi eventi del settore. Questo senza accantonare i progetti legati al settore delle auto ibride.

L’azienda è protagonista ormai da anni nell’ambito sudcoreano delle quattro ruote, ma il suo market share è ancora inferiore se paragonato ad altre realtà locali come Hyundai e Kia, così come a quello di colossi internazionali del calibro di General Motors.

=> Impulso a rete ricarica auto elettriche in Europa, scopri le case coinvolte

Esplorare nuovi territori e puntare su un concetto di mobilità maggiormente sostenibile potrà dunque consentirgli di conquistare nuove quote, in un’ottica di sviluppo lungimirante. Queste le parole di Paul Williams, a capo della divisione britannica dell’automaker:

SsangYong ha messo in campo una strategia chiara per quanto riguarda i veicoli ibridi ed elettrici, come dimostreranno i modelli della prossima generazione. Sono personalmente a conoscenza di piani per la realizzazione di auto elettriche che vedremo sul mercato in un periodo compreso tra il 2019 e il 2020.

Per la realizzazione dei suoi primi veicoli spinti da motore 100% elettrico, SsanYong si affiderà ad una partnership con un automaker di terze parti, al momento non ancora annunciato.

Si ricorda che l’azienda è controllata da Mahindra & Mahindra, il più grande produttore di veicoli indiano, già protagonista sul mercato asiatico con la piccola city car elettrica e20. Uno dei potenziali canditati alla collaborazione è BMW, ma a tal proposito non ci sono conferme.

1 febbraio 2017
Fonte:
Via:
Immagini:
Lascia un commento