Anche Skoda si proietta nello sviluppo dell’auto elettrica. Seguendo le anticipazioni che vedono la capogruppo Volkswagen verso il programma di una nuova lineup di veicoli a zero emissioni, anche il marchio di Mlada Boleslav sembra intenzionato a portare avanti un progetto di elettrificazione.

Entro il 2010 – 2021 sarà pronta la prima Skoda elettrica: è quanto si apprende da alcune indiscrezioni che compaiono sul Web in queste ore. Sul taccuino delle priorità i punti fermi sono quelli relativi alla tecnologia di ultima generazione per le auto elettriche: autonomia estesa (si parla di oltre 480 km) e ridotti tempi di ricarica (addirittura quindici minuti per un “pieno” di energia elettrica).

Si tratta dal punto di vista delle strategie aziendali di un preciso piano decennale proiettato al 2025, che il presidente di Skoda Bernhard Maier aveva di recente illustrato alla stampa, chiamato a sostituire un precedente programma rivolto al 2018 (che non prevedeva il debutto di veicoli eco friendly) e che prevede l’introduzione nella gamma del marchio di una inedita “famiglia” di vetture ibride plug – in ed elettriche.

La futura Skoda elettrica, indicano i vertici dell’azienda cèca, sarà allestita sulla nuova piattaforma modulare MEB (Modularer Elektrik Baukasten), svelata lo scorso gennaio al CES di Las Vegas come “base” per il prototipo di minibus a zero emissioni Volkswagen BUDD-e.

Per l’alloggiamento delle batterie, i tecnici Skoda indicano un apposito vano a sandwich, sullo schema del progetto illustrato nella recentissima Skoda Vision S, concept ibrida plug–in (la cui versione di produzione possiederà un vano di carico da 690 litri, aumentabili a 2.010 a sedili posteriori completamente abbattuti) presentata nei giorni scorsi al Salone di Ginevra: con questa scelta, sarà dunque possibile offrire un adeguato spazio a bordo per gli occupanti, anche considerato il segmento della futura Skoda a zero emissioni, che si collocherà nel settore delle berline medie a due volumi.

Secondo il ruolino di marcia la Skoda elettrica sarà in effetti il secondo modello eco friendly per Mlada Boleslav: come battistrada è stata individuata una versione ibrida plug–in di Skoda Superb, il cui debutto è fissato per il 2019. La propulsione per quest’ultima sarà affidata a un modulo di motori e batterie da installare nella ormai conosciuta piattaforma MQB (Modularer Querbaukasten), pianale modulare che aveva debuttato nel 2012 per l’attuale VW Golf 7 e per Audi A3 e destinato a costituire progressivamente l’”ossatura” di gran parte della nuova produzione del Gruppo VAG – Volkswagen Audi.

16 marzo 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento