Lo sviluppo dell’auto elettrica vedrà alleate Corea del sud e Cina. Due nazioni storicamente rivali, che quindi potranno dare vita nel futuro a medio termine ad un inedito assetto industriale e commerciale.

In queste ore si fa avanti la notizia di un ingresso da parte di Samsung Electronics in una parte delle quote capitale di Byd, big player cinese nel settore della mobilità a zero emissioni.

L’ambizioso programma comunicato dai vertici del gigante coreano nell’elettronica, pur non dettagliato negli importi (si parla di 3 miliardi di yuan, corrispondenti a circa 450 milioni di dollari, per un’acquisizione del 4% dei capitali Byd) permetterebbe un rafforzamento di Samsung nell’indotto dell’auto elettrica.

Con l’annunciato ingresso nelle quote capitale di Byd, per Samsung si aprirebbe un ulteriore percorso nella tecnologia delle batterie per veicoli elettrici.

Ricordiamo che la società coreana già nel 2014 aveva siglato un agreement per rafforzare la partnership con BMW finalizzata allo sviluppo di batterie agli ioni di litio, in virtù del positivo riscontro dei primi due modelli eco friendly del marchio bavarese, ovvero la elettrica BMW i3 e la ibrida plug–in i8, e in funzione dello sviluppo di nuove BMW a propulsione ibrida plug–in.

In Corea Samsung rappresenta anche il marchio con il quale sul mercato locale viene prodotta Renault Fluente, berlina elettrica di fascia medio–alta che attraverso il produttore coreano viene venduta nei mercati dell’Asia – Pacifico.

Non è poi un mistero che la Cina venga vista come una nuova frontiera per l’auto elettrica, grazie a una serie di provvedimenti che vanno dagli incentivi fiscali per le Case produttrici e normative anti–inquinamento sempre più stringenti: l’annunciato ingresso Samsung nelle quote capitale Byd è l’ultimo episodio (in ordine di tempo) di un “new deal” che, per ricordare il caso più recente, vede la collaborazione fra Saic e Alibaba (gigante dell’e-commerce a livello mondiale).

18 luglio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Byd
Lascia un commento