Le poste di Sua Maestà Elisabetta II punteranno sulle auto elettriche. La celebre Royal Mail ha deciso di ridurre il proprio impatto sull’inquinamento dell’aria nel Regno Unito e per farlo ha introdotto 9 van rossi a zero emissioni. Diverse le grandezze previste per i mezzi, che potranno contare su un’autonomia massima di 160 km.

=> Leggi le critiche di Silvestrini alla SEN in merito alle auto elettriche

A produrli la Arrival, azienda con base nell’Oxfordshire, la cui linea produttiva nel nuovo stabilimento di Branbury sembra sia in grado di produrre oltre 50 mila auto elettriche all’anno utilizzando soltanto macchinari e un’intelligenza artificiale per la loro gestione. “Arrival” è tuttavia soltanto il nuovo nome scelto dalla società, nota in precedenza come Charge e associata alla fornitura di supporto logistico per il campionato di Formula E e di componentistica interna per le vetture impegnate nelle corse a guida autonoma Roborace.

=> Scopri come la Svezia punta a essere zero emission entro il 2045

Non si tratta tuttavia della prima iniziativa in tal senso da parte della Royal Mail. Lo scorso inverno è stato avviato un periodo di prova, che ha visto la messa in servizio di alcuni van elettrici targati Peugeot.

Il successo dell’iniziativa sembra abbia portato la stessa azienda postale a richiedere alla casa automobilistica francese un totale di 100 vetture. Ciò porterà inoltre all’installazione di diversi punti di ricarica presto i centri di distribuzione della Royal Mail, così da alimentare la propria flotta elettrica.

23 agosto 2017
Fonte:
Lascia un commento