Lo smog ogni anno miete una strage silenziosa, uccidendo addirittura più persone del diabete e dell’AIDS. Secondo le stime dell’OMS sulle cause più comuni di mortalità, un decesso su otto sarebbe riconducibile all’inquinamento atmosferico. Per diminuire la percentuale di morti correlata alle malattie da smog occorre sostenere programmi di mobilità sostenibile nelle città.

Secondo un recente studio condotto dai ricercatori della University of Minnesota per ridurre le morti per smog bisognerebbe sostituire i veicoli a benzina con auto elettriche alimentate grazie all’energia prodotta da fonti rinnovabili. Una misura che da sola basterebbe a ridurre la mortalità correlata all’inquinamento atmosferico di ben il 70%.

Secondo l’analisi, pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Science, anche le auto elettriche alimentate con l’energia prodotta dal gas naturale avrebbero un impatto positivo sulla salute pubblica. Al contrario, i veicoli che utilizzano biocarburanti di prima generazione, come l’etanolo ricavato dal mais, e le auto elettriche che utilizzano l’elettricità generata dalle centrali a carbone, hanno un impatto peggiore delle auto a benzina sulla salute pubblica.

I ricercatori americani hanno analizzato le emissioni di polveri sottili e ozono generate dai diversi combustibili, non soltanto durante la generazione di elettricità, ma nell’intero ciclo produttivo del carburante. Ad esempio, nel caso dell’etanolo, sono state prese in considerazione anche le emissioni prodotte dai trattori nei campi di mais, quelle generate dai fertilizzanti e dai processi di fermentazione e distillazione. In questo modo gli scienziati hanno avuto un quadro più chiaro sull’inquinamento atmosferico imputabile ai vari tipi di carburante.

Secondo Jason Hill, uno degli autori della ricerca, prendere in esame solo le emissioni generate dai veicoli in moto porta infatti a sottovalutare l’impatto reale del sistema di trasporti. Come ha illustrato Chris Tessum, co-autore dello studio:

Questi risultati dimostrano l’importanza dell’elettricità pulita, come quella prodotta dalle rinnovabili o dal gas naturale, nel ridurre in modo considerevole l’impatto negativo dei trasporti sulla salute pubblica.

16 dicembre 2014
Fonte:
Lascia un commento