Dal 2012, le auto elettriche a Londra si caricheranno grazie alla tecnologia wireless. Il progetto, fortemente voluto dal sindaco londinese Boris Johnson e dal Primo Ministro inglese David Cameron, prenderà il via all’inizio del prossimo anno e coinvolgerà 50 vetture opportunamente equipaggiate.

Il funzionamento sarà estremamente semplice, sulla falsa riga di quanto avviene normalmente con i comuni spazzolini elettrici. L’autovettura andrà semplicemente posizionata sopra un “pad” dal quale, attraverso un campo magnetico, riceverà la ricarica. Ancora da definire il numero di punti rifornimento e la loro dislocazione sul territorio londinese, allo studio nei prossimi mesi.

Secondo Andrew Gilbert, vicepresidente esecutivo della Qualcomm per il settore Sviluppo e l’Innovazione:

Ogni volta che si realizza un dispositivo wireless aumenta la percezione tutto sia molto più facile. Il wireless rivoluzionerà il modo in cui le persone utilizzano i punti di ricarica.

Grande soddisfazione espressa anche dal Premier inglese David Cameron, che vede un futuro più che mai “verde” per le imprese britanniche di auto elettriche e per i cittadini londinesi:

Questa tecnologia wireless di ricarica è un enorme passo avanti per l’industria dell’auto elettrica e sono lieto che le imprese londinesi saranno tra le prime a beneficiare del processo.

11 novembre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Maraclal, sabato 12 novembre 2011 alle17:45 ha scritto: rispondi »

i sistemi wireless,insieme ai cellulari satelliti  etc....,contribuiscono ad aumentare radiazioni e campi elettromagnetici.qualieffetti a lungo andare avranno sulle cellule viventi?diamo più spazio al cablaggio schermato.

nik65, sabato 12 novembre 2011 alle13:33 ha scritto: rispondi »

Per gli spazzolini da denti l'alimentazione wireless può andare bene, ma vista la potenza in gioco le perdite del sistema wireless non sono certamente trascurabili. Cercare di risolvere un problema creandone altri non è certo la migliore via da percorrere.

Lascia un commento