Per ridurre le emissioni di gas serra prodotte dalle operazioni di pattugliamento e controllo del territorio la Polizia di Stato sceglie di puntare sulla mobilità elettrica in occasione di Expo 2015, l’esposizione internazionale al via domani a Milano. Ieri la casa automobilistica BMW ha consegnato alle forze dell’ordine una flotta composta da 4 auto elettriche e da 6 scooter elettrici.

La scelta è caduta sulle BMW i3 e sugli scooter elettrici C evolution. La cerimonia di consegna dei veicoli, forniti in comodato d’uso gratuito alle forze di Polizia, è avvenuta a Roma al Viminale, alla presenza dei vertici della BMW, del ministro dell’Interno Angelino Alfano e del capo della Polizia Alessandro Pansa.

Nel corso della cerimonia, il presidente di BMW Italia Sergio Solero si è detto orgoglioso della vittoria del bando indetto dal Ministero dell’Interno, sottolineando che la casa automobilistica è fiera di poter contribuire alla sicurezza di un evento importante come Expo fornendo alla polizia dei mezzi a zero emissioni. L’utilizzo di auto elettriche, per Solero, è coerente con le tematiche di sostenibilità ambientale di cui si farà portavoce Expo 2015.

La Polizia potrà contare sulla prima automobile della serie BMW i, una quattro posti sportiva e pratica da guidare in città. L’autonomia del veicolo è di circa 130 chilometri. La BMW i3 può raggiungere una velocità massima di 150 km/h e può essere ricaricata anche a casa, collegandola alla comune presa di corrente.

Anche il maxi scooter elettrico BMW C evolution vanta prestazioni elevate, grazie alla batteria ad alto voltaggio che garantisce al mezzo un’autonomia di 100 Km, in grado di ricaricarsi completamente in sole 3 ore. Grazie allo scooter elettrico gli agenti potranno spostarsi rapidamente e agevolmente nel traffico cittadino, raggiungendo una velocità massima di 120 Km/h in caso di necessità.

I 10 veicoli elettrici forniti dalla BMW alle forze dell’ordine portanno impressa la livrea della Polizia di Stato. La BMW ha messo a disposizione in comodato gratuito anche due postazioni fisse di colonnine per la ricarica dei mezzi.

30 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento