Auto elettriche più economiche ed efficienti, la promessa di Obama

Le auto elettriche potrebbe avere un potente alleato per favorire la propria diffusione sul mercato nord americano. L’alleato potrebbe essere il presidente Barack Obama, il quale, proprio qualche giorno fa, ha delineato gli obiettivi del piano “EV Everywhere”, che si propone di portare letteralmente (come si capisce anche dal nome scelto) i veicoli elettrici dovunque.

Lo scopo del piano è quello di tagliare l’uso di autovetture alimentate con combustibili fossili in favore di modelli ecologici spinti da un motore elettrico, con l’ambizioso obiettivo di arrivare entro dieci anni alla produzione di auto efficienti, capaci di garantire una buona economia d’esercizio, impatto ambientale zero e autonomia paragonabile a quella dei mezzi di trasporto “tradizionali”.

L’inquilino della Casa Bianca, in piena corsa per la riconferma alla guida del Paese nelle prossime elezioni presidenziali, intende premere il tasto della sensibilità ecologica e dei trasporti eco-compatibili per trovare consensi, tanto da aver dato il via libera per investimenti di oltre quattro miliardi di dollari per la produzione di tecnologie elettriche efficienti, sottolineando al tempo stesso come l’uso di un’auto elettrica consentirebbe ad ogni automobilista americano di risparmiare circa 100 dollari al mese rispetto a un analogo modello alimentato a benzina.


Il contenimento delle emissioni di CO2 viene visto quindi come obiettivo imprescindibile e se nel prossimo futuro esso potrebbe essere centrato con una diffusione capillare di mezzi elettrici, al momento l’amministrazione Obama ha deciso di migliorare le attuali tecnologie propulsive, trovando nei mesi scorsi un accordo con i principali costruttori per stabilire uno standard per i consumi dei vari modelli sul mercato, un tetto fissato in circa 40 miglia per gallone (quasi 6 litri ogni 100 chilometri) che riguarderà i mezzi privati.

12 marzo 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento