Auto elettriche per la flotta aziendale BNL

L’auto elettrica convince sempre più anche le imprese e, tra queste, da oggi c’è anche la banca BNL del gruppo BNP Paribas, la quale ha scelto una flotta di auto a zero emissioni per rinnovare il proprio parco mezzi destinato a soddisfare i bisogni di mobilità dei dipendenti delle sedi di Roma, Milano e Firenze.

La scelta di BNL è caduta sulla Peugeot iOn, citycar elettrica che unisce un impatto ambientale nullo per quanto riguarda le emissioni allo scarico a dimensioni contenute, che si confermano particolarmente adatte alla guida in mezzo al traffico delle grandi città in cui le vetture saranno in servizio.

La banca italiana è entrata in possesso delle prime dieci Peugeot iOn acquistate per mezzo di Arval, la società di noleggio a lungo termine facente capo al gruppo BNP Paribas che controlla BNL.

La scelta di puntare sulla propulsione elettrica per il parco auto è stata sottolineata dall’amministratore delegato di BNL, Fabio Gallia, il quale ha commentato:

Questa iniziativa conferma la nostra volontà di alimentare e diffondere, con azioni concrete, la cultura dell’attenzione e della cura verso l’ambiente. Dai piccoli gesti individuali alle policy per l’utilizzo dei mezzi di trasporto, dall’impiego di materiali eco-compatibili e a basso impatto per gli immobili aziendali, al recupero e riciclo dei materiali di consumo, tutto concorre a ridurre l’impatto delle nostre attività sull’ambiente.


Le Peugeot iOn di BNL saranno inoltre personalizzate dall’artista francese Leslie Clerc, chiamato a interpretare graficamente l’impegno della banca nel settore delle tecnologie verdi e della responsabilità sociale.

Dal canto suo, la citycar Peugeot mette a disposizione un’autonomia di 150 chilometri fornita dal nuovo pacco batterie a 80 celle, che consente di accedere alla ricarica rapida in meno di 30 minuti grazie all’installazione di una serie di apposite colonnine volute da BNL, mentre una ricarica completa viene completata in 5 ore e mezza. Le prestazioni sono adeguate all’impiego urbano e il comfort per i quattro passeggeri ospitabili è assicurato dall’assenza di vibrazioni e di rumore proprie di un motore elettrico.

8 marzo 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento