È partita nei giorni scorsi a Barcellona la produzione della Nissan e-NV200, secondo modello elettrico del costruttore giapponese che sarà sul mercato nella doppia veste di veicolo commerciale leggero e vettura multispazio pensata per le famiglie alla ricerca di spazio e flessibilità.

L’avvio della catena di produzione è stata salutata dalla presenza del Ministro dell’Industria spagnolo, José Manuel Soria, del presidente della Catalogna, Artur Mas, e dal sindaco di Barcellona, Xavier Trias, ai quali ha fatto gli onori di casa il Chief Planning Officer di Nissan, Andy Palmer, che ha dichiarato:

Quella di oggi, che segna l’avvio della produzione del nostro secondo veicolo elettrico, è una giornata epocale per Nissan. E ciò avviene proprio in un momento in cui gli EV sono ormai riconosciuti come tecnologia tradizionale, molti concorrenti si stanno avviando a lanciare il loro primo EV e Nissan detiene chiaramente il primato in questo settore. Siamo fieri che Nissan LEAF sia il veicolo elettrico più venduto al mondo, con oltre 110.000 clienti che, sempre più soddisfatti, beneficiano dell’esperienza di guida silenziosa e fluida degli EV.

Lo stabilimento di Barcellona sarà l’unico in cui si produrrà la Nissan e-NV200, che sarà poi esportata in 19 mercati internazionali. Per adeguare la struttura ai volumi produttivi richiesti, il costruttore giapponese ha investito 100 milioni di euro, per un piano complessivo che ha visto il gruppo destinare 431 milioni di euro a tutte le sue attività spagnole.

Barcellona non vedrà soltanto nascere la e-NV200, perché l’elettrica di Nissan entrerà in servizio taxi proprio nella città catalana, come ricordato ancora una volta da Palmer:

Il taxi e-NV200 assume un nuovo significato alla luce dei livelli record di inquinamento dell’aria raggiunti a Londra e Parigi. Portando un numero importante di veicoli a emissioni zero nelle strade di Barcellona garantiremo un’aria più pulita a ogni cittadino, visitatore e turista e siamo sicuri che le amministrazioni più lungimiranti in tutto il mondo decideranno di estendere tali benefici ai loro comuni negli anni a venire.

La decisione di Barcellona di scegliere Nissan e-NV200 come taxi elettrico si somma a quanto fatto dalla città di Amsterdam, dove l’azienda Taxi Electric ha scelto proprio il van a zero emissioni per le sue attività.

6 maggio 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento