Al Governo che verrà l’amministrazione Obama lascia in eredità l’impegno di perseguire lo sviluppo di sistemi ultrarapidi per la ricarica di auto elettriche, con l’obiettivo di aumentare la presenza dei veicoli a zero emissioni sulle strade nord americane.

È in estrema sintesi quanto dispone un articolato programma federale di incentivo alla mobilità “green”, approvato nei giorni scorsi dal Governo di Washington: un piano – voluto dall’impegno condiviso fra i Dipartimenti federali dell’Energia e dei Trasporti – da 4,5 miliardi di dollari (corrispondenti a circa 4,1 miliardi di euro) che articolerà sulla partnership fra Governo, Case auto, facility di energia e società di gestione delle colonnine per la ricarica.

Secondo quanto si apprende da fonti vicine ai Dipartimenti federali, il progetto ha in esame la possibilità di aumentare l’energia per la ricarica: fino a 350 kW, una potenza sufficiente a ricaricare le batterie di un’auto elettrica da più di 300 km di autonomia in 10 minuti. La proposta, contenuta nel memorandum di intesa “Guiding Principles to Promote Electric Vehicles and Charging Infrastructure” vede, fra gli altri, la firma dei rappresentanti di Bmw, Ford, General Motors, Mercedes, Nissan e Tesla.

Alcune società e utility sarebbero inoltre già all’opera per lo studio di una nuova rete di ricarica ultraveloce; allo stesso modo, il consorzio Battery500 si preparerebbe alla realizzazione di una nuova gamma di accumulatori da mettere in vendita al prezzo di 100 dollari per kWh.

Non è un mistero lo sviluppo della mobilità elettrica da parte del Governo Obama.

Il programma, sul taccuino delle priorità da diversi anni (si può dire dall’epoca dell’insediamento dell’attuale presidente) ad oggi ha portato alla proposta di aumentare il credito d’imposta fino a un ammontare di 10.000 dollari, per gli acquirenti di auto elettriche, nonché alla creazione di un network di “hub” per la ricarica che ad oggi conta 16.000 colonnine (nel 2008, ovvero agli albori dell’attuale tecnologia di elettrificazione, erano appena 500).

Nel 2011 l’attuale presidente Barack Obama aveva dichiarato di volere un milione di veicoli elettrici sulle strade statunitensi entro il 2015. Questo proponimento non si è avverato, tuttavia anche per il 2016 l’amministrazione Obama sembra essere alla ricerca di nuove modalità per raggiungere tale obiettivo, anche se tardivamente.

25 luglio 2016
In questa pagina si parla di:
Usa
Fonte:
Lascia un commento