La svolta della Germania verso la mobilità elettrica potrebbe essere molto vicina. Le ultime indiscrezioni riportate da Bloomberg parlano di un’importante presa di posizione della cancelliera Angela Merkel a favore delle auto elettriche. Il governo tedesco ha avviato una collaborazione con i costruttori per favorire la diffusione dei veicoli a zero emissioni.

Il piano dovrebbe vedere la luce già a marzo. Con questa mossa la Cancelliera tedesca spera di riuscire a trainare le vendite di auto elettriche, che stentano a decollare nel Paese. Il ministro dell’energia Sigmar Gabriel ha svelato che i piani del governo sono molto ambiziosi:

La Germania vuole acquisire una posizione da leader nella nuova era dell’automobile.

Il ministro Gabriel, la Cancelliera Merkel e altri esponenti del governo nei giorni scorsi hanno incontrato i vertici della Daimler, della Volkswagen e della BMW per discutere di come centrare l’obiettivo di “un milione di auto elettriche” in circolazione in Germania entro il 2020.

Attualmente il parco di auto elettriche tedesco non supera le 30 mila unità. Per ridurre le emissioni inquinanti provenienti dal settore dei trasporti la Germania finora ha fatto affidamento sui veicoli diesel. Una strategia che ha ottenuto scarsi risultati, come testimonia anche il recente scandalo sulle emissioni delle auto diesel truccate che ha coinvolto il Gruppo Volkswagen.

Il ministro Gabriel si è detto favorevole all’introduzione di incentivi per l’acquisto delle auto elettriche. Grazie al contributo dell’industria automobilistica il governo offrirerebbe fino a 5 mila euro per l’acquisto di un’auto elettrica. L’investimento allo studio del governo tedesco ammonta a 2,2 miliardi di euro. Il piano ha riscosso il parere contrario del ministro delle finanze Wolfgang Schaeuble.

Secondo Schaeuble, con l’emergenza profughi in corso la Germania non può permettersi di sostenere una spesa simile per incentivare le auto elettriche. Schaeuble propone di focalizzarsi sulle infrastrutture, ampliando la rete di ricarica delle auto elettriche che a oggi conta solo 5.600 punti in tutto il Paese.

La Cancelliera Merkel sta cercando di mediare tra le posizioni dei due ministri. La proposta della cancelliera prevede incentivi più bassi e una serie di agevolazioni fiscali. I costruttori hanno chiesto al governo di compiere sforzi su più fronti per agevolare la diffusione delle auto elettriche: dal potenziamento delle infrastrutture di ricarica alla concessione di incentivi.

4 febbraio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento