La Nissan Leaf 2014 si conferma tra i modelli più interessanti ed efficienti in chiave ambientale e una nuova conferma arriva dall’Automotive Science Group, che ha indicato la berlina elettrica giapponese come il veicolo di produzione più pulito tra quelli distribuiti sul mercato degli USA.

Quella indicata dall’Automotive Science Group è una sorta di investitura a 360 gradi, dato che il giudizio non è collegato esclusivamente al livello di emissioni della vettura in funzionamento, ma prende in considerazione l’intero impatto ambientale del veicolo, a partire dalle fasi di produzione e assemblaggio per arrivare allo smaltimento una volta completato il suo ciclo di utilizzo.

Grande attenzione è prestata quindi ai processi produttivi e ai metodi messi in atto durante il montaggio, ai materiali utilizzati per la realizzazione di carrozzeria, sistema propulsivo, abitacolo e componentistica, al dispendio energetico e all’inquinamento prodotto dagli stabilimenti in cui i veicoli nascono, oltre all’insieme di caratteristiche proprie di ogni modello che ne costituiscono la vera e propria “anima” ambientale.

L’Automotive Science Group ha valutato oltre 1.300 veicoli con diverse motorizzazioni, suddividendoli in nove categorie diverse. Oltre alla Nissan Leaf, sono uscite bene dal confronto alcune auto elettriche come la Ford Focus Electric e la Chevrolet Volt, oltre ad alcune ibride tra cui la Toyota Prius.

25 febbraio 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento