La Mitsubishi i-MIEV conquista l’Arma dei Carabinieri e diventa uno dei veicoli che i militari potranno usare prossimamente durante lo svolgimento di alcuni compiti istituzionali. La novità è dovuta al contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che ha collaborato con Mitsubishi Motors Automobili Italia per mettere la propulsione elettrica al centro dell’attenzione.

Grazie a questo accordo il costruttore giapponese ha fornito 23 Mitsubishi i-MIEV ai Carabinieri, che le useranno nei centri storici delle grandi metropoli, nelle isole e nell’area “free gas” dell’Expo 2015, a conferma dei vantaggi che la mobilità elettrica dimostra di poter dare in tutte quelle occasioni in cui è necessario spostarsi in spazi urbani agilmente e senza inquinare.

L’Arma dei Carabinieri, che proprio quest’anno festeggia i suoi 200 anni, dimostra in questa maniera l’attenzione alle tematiche ambientali e apre la strada per un futuro in cui il parco auto potrà essere più eco-compatibile, magari con l’introduzione di qualche modello ibrido o elettrico anche tra i mezzi di servizio che quotidianamente circolano per le strade italiane.

Mitsubishi Motors Automobili Italia non si è occupata solamente della fornitura delle vetture elettriche con tanto di allestimento specifico, ma ha avuto il compito di organizzare i corsi di formazione per tutti gli equipaggi che saranno chiamati ad usare la i-MIEV durante le attività istituzionali.

25 luglio 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento