Il mercato dell’auto elettrica negli USA si difende piuttosto bene a dispetto della crisi globale che sta frenando, e non poco, le vendite di nuovi modelli un po’ in tutti i paesi occidentali. A beneficiare della domanda di veicoli ecologici sul territorio americano è in particolare la Chevrolet Volt, che nei dati relativi al mese di agosto si conferma in vetta alla classifica delle più vendute.

General Motors, a cui il marchio Chevrolet appartiene, ha annunciato di aver immatricolato lo scorso mese ben 2.831 Volt, confermando la tendenza che vede il crescente successo del modello (che a luglio era stato venduto in 1.849 unità) per arrivare addirittura a superare il precedente record di esemplari immatricolati in un mese, record relativo alle 2.289 vetture consegnate a marzo 2012.

Decisamente più staccata la concorrente giapponese Nissan Leaf, che si piazza dietro la Volt tra i modelli più gettonati riuscendo a conquistare ad agosto 685 clienti, con una crescita molto buona rispetto ai 395 registrati a luglio e facendo sperare in un definitivo rilancio dopo qualche difficoltà di troppo. Mancano invece i dati di agosto della Toyota Prius Plug-in, l’ibrida che il mese prima aveva registrato un significativo trend di 688 immatricolazioni.

Negli USA c’è attesa di conoscere i dati della nuova Ford Focus elettrica, mentre per la Mitsubishi i-MiEV agosto si è concluso con appena 37 pezzi venduti, segno che forse, a prescindere dai contenuti tecnici, le dimensioni ultracompatte del modello, che in Europa trovano degli estimatori, non convincono il pubblico americano, da sempre maggiormente orientato su vetture di taglia medio-alta.

La classifica, sebbene ancora mancante dei dati di vendita ufficiali di diversi modelli, si chiude con le varie Tesla Model S e Fisker Karma a spartirsi delle quote marginali, mentre resta fuori da ogni genere di considerazione la Honda Fit EV, disponibile solo in leasing e finora incapace di superare la decina di esemplari consegnati ai clienti.

5 settembre 2012
Lascia un commento