La corsa di Apple verso la progettazione di un’auto elettrica, la iCar già anticipata mesi fa da alcune clamorose indiscrezioni, prosegue. Almeno è quanto farebbero supporre gli ultimi rumor sulle trattative in corso tra l’azienda di Cupertino e la BMW.

Indiscrezioni apparse sui giornali tedeschi riportano il possibile avvio di una fase di contrattazioni tra la Apple e la casa automobilistica tedesca. Le trattative sarebbero state avviate lo scorso anno e sarebbero riprese nelle scorse settimane dopo una breve interruzione. Nello specifico, la Apple si è mostrata interessata alla scocca in carbonio della BMW i3.

Scocca che potrebbe dunque far parte della Apple car. L’interesse della Apple per il know-how acquisito dalla BMW nel settore delle auto elettriche è testimoniato anche dalla recente visita del CEO Tim Cook allo stabilimento di Lipsia. Nella fabbrica, una delle più virtuose della compagnia tedesca, vengono assemblate proprio le BMW i3.

Stando alle ultime segnalazioni sul progetto Titan, questo il nome in codice dato alla nuova impresa della Apple, l’auto elettrica di Cupertino, a guida autonoma, potrebbe vedere la luce già entro il 2020.

Il progetto della Apple è già carico di molte aspettative. La compagnia ha abituato il mercato a rivoluzioni tecnologiche su larga scala e il suo ingresso nel settore delle auto elettriche potrebbe garantire al comparto nuova linfa e grandi innovazioni.

Al momento sul progetto Titan vige il più stretto riserbo. I vertici della Apple non hanno confermato nessuna delle indiscrezioni trapelate. Anche la BMW, interpellata su una possibile partnership con l’azienda di Cupertino, non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito.

Ciononostante, diverse altre indiscrezioni emerse nei mesi scorsi fanno pensare che la Apple sia da tempo al lavoro sul progetto Titan. La compagnia avrebbe assunto Marc Newson, ex designer della Ford che nel 1999 progettò una concept car. Inoltre, ben mille dipendenti della Apple sarebbero stati dirottati su un progetto top secret, in un nuovo laboratorio di ricerca nella Silicon Valley.

28 luglio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento