Il trasporto urbano sostenibile diventerà realtà nei prossimi a Grenoble. La città francese sarà infatti teatro del progetto “Citélib by Ha:mo” che vede protagonisti l’amministrazione locale, Grenoble-Alpes Métropole, il gruppo energetico EDF, Citélib (che offre attualmente il servizio di car sharing a Grenoble) e Toyota.

Al centro del programma c’è l’interconnessione tra forme di trasporto differenti ma capaci di operare in sinergia. Il car sharing continuerà ad essere presente con una flotta composta da 70 esemplari di Toyota i-ROAD, veicoli elettrici a 3 ruote dalle dimensioni compatte ideali per muoversi in città, per interconnettersi con altri mezzi di trasporto pubblici come autobus, tram e treni dando vita ad una mobilità intelligente e il più possibile pulita.

A Grenoble si potrà quindi viaggiare da un punto ad un altro senza dover ricorrere necessariamente all’auto privata, con la speranza di far diminuire il traffico e le emissioni, migliorando la qualità dell’aria e ridando vigore alla vivibilità degli spazi cittadini.

EDF gestirà tramite Sodetrel circa 30 stazioni di ricarica che saranno realizzate vicino alle fermate dei mezzi pubblici, in modo tale che le Toyota i-ROAD possano essere collegate alla rete di rifornimento nell’attesa che un utente le scelga direttamente tramite smartphone e, magari, dopo essere sceso dall’autobus o dal tram con cui ha affrontato la prima parte del viaggio.

Il progetto “Citélib by Ha:mo” sta già iniziando a raccogliere le pre-iscrizioni del pubblico per mezzo del sito ufficiale, mentre la partenza è fissata per ottobre 2014, quando sarà avviato in fase sperimentale per un periodo di tre anni.

2 luglio 2014
Lascia un commento