Nei mesi scorsi, Ford aveva manifestato l’intenzione di procedere in maniera significativa, in un piano a medio–lungo termine, la lineup di propri modelli eco friendly: auto elettriche, ibride e ibride plug-in.

La strategia “green” per il colosso di Dearborn è stata svelata, con maggiori dettagli, durante l’annuale Investors Day che si è tenuto nei giorni scorsi. In questa occasione i vertici Ford hanno annunciato la possibilità di realizzare versioni elettriche nella gamma dei modelli più venduti, comprese – e questa è una significativa novità – SUV e pickup. Il responsabile della Divisione Prodotti di Ford, Raj Nair, ha indicato:

Il nostro obiettivo in questo senso è rivolto al 2030. Entro quattordici anni prevediamo che si raggiunga il punto critico nel quale, globalmente, le proposte elettriche o ibride plug–in saranno maggiori rispetto a quelle più ‘tradizionali’.

I nostri sforzi vanno in questa direzione, e riguarderanno settori nei quali sappiamo di poter contare su una posizione competitiva, ovvero veicoli commerciali, autocarri, SUV e modelli ad alte prestazioni. Per arrivare a questo risultato, occorrerà un approfondito studio sui mercati per sviluppare un approccio finalizzato alla futura elettrificazione della nostra gamma.

Ad esempio, una F-150 (uno dei pickup di riferimento nel mercato USA) a propulsione ibrida plug–in sarebbe in grado di sfruttare al meglio la coppia istantanea fornita dal motore elettrico in maniera da permettere ampie possibilità di carico.

Oppure, nel caso delle “Sport Utility”, un motore elettrico per ogni ruota darebbe un significativo vantaggio alla vettura in termini di tenuta di strada nelle condizioni di marcia più gravose. Anche una Mustang ibrida plug–in a trazione elettrica durante le fasi di marcia più “tranquille”, e nella quale l’azione dei “tradizionali” V6 o V8 si inserisca quando si necessita di elevata potenza.

In altre parole, i progetti Ford prevederebbero – anziché sviluppare nuovi modelli elettrici o ibridi – l’aggiunta di moduli a basse (o del tutto assenti) emissioni, anche nell’ottica di aggiungere valore alla gamma delle proprie vetture.

Questo, secondo i “piani alti” dell’Ovale Blu, aiuterebbe Ford a raggiungere il “punto di non ritorno” nel quale l’offerta di powertrain ibride, ibride plug–in o 100% elettriche riesca a superare le proposte a combustione interna.

23 settembre 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento